Quotidiano on line
di informazione sanitaria
15 DICEMBRE 2019
Lazio
segui quotidianosanita.it

Obesità. La Asl Rm1 scende in campo con un Pdta

Il percorso mira a garantire ai cittadini la possibilità di una valutazione nutrizionale, aiutare chi ne ha bisogno a cambiare stili di vita e ad assicurare un’assistenza appropriata alla complessità della patologia. In ambito di controllo del peso e benessere, la Asl Rm1 ha recentemente ricevuto il riconoscimento "Bandiera Azzurra", assegnato da Fidal e Anci alle città che offrono la possibilità di praticare la corsa e il cammino in aree e percorsi ad hoc ed eventi dedicati.

19 NOV - La Asl Roma 1 è in prima linea per migliorare la qualità della vita e del ben-essere delle persone, e in occasione del convegno “Salute Sport e inclusione sociale: Contrasto alle non communicable diseases (NCDs)”, svolto negli scorsi giorni, ha presentato l’ultmo passo nei confronti di questa sfida: il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per l’Obesità.

Il PDTA per l’obesità fissa i seguenti obiettivi: garantire la possibilità di una valutazione nutrizionale per la prevenzione dell’obesità e dei fattori di rischio ad essa associati; rendere omogenea nelle strutture della ASL l’assistenza alle persone con obesità; introdurre nel processo terapeutico elementi di facilitazione al cambiamento degli stili di vita e assicurare un’assistenza appropriata alla complessità della patologia. “Il percorso - spiega la Asl in una nota - si articola infatti in tre profili: uno per i soggetti a rischio e in sovrappeso, uno per le persone francamente obese e il terzo per persone con obesità grave”.

Presenti all’iniziativa: il Direttore della ASL Roma 1 Angelo Tanese; Francesco Chiaromonte, Direttore del Coordinamento Rete delle Strutture Diabetologiche ASL Roma 1; Lina delle Monache, Presidente FederDiabete Lazio; Chiara Spinato, Direttore Generale Health Cities Institute; Federico Serra, Direttore OPEN Italy – Obesity Open Policy Engagement. Network.

 
Presente anche il campione olimpico Maurizio Damilano, che ha conferito alla Azienda Sanitaria la Bandiera Azzurra, riconoscimento istituito dalla Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e dall’Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e assegnato alle città più “runner e walker friendly” in quanto attente al benessere e alla salute dei loro cittadini. Le città Bandiera Azzurra sono infatti quelle che offrono la possibilità di praticare la corsa e il cammino in aree e percorsi ad hoc ed eventi dedicati. "La Asl Roma 1 è la prima azienda sanitaria ad aggiudicarsi questo importante riconoscimento”, riferisce la Asl in nella nota.

19 novembre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lazio

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy