Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 06 DICEMBRE 2021
Lazio
segui quotidianosanita.it

Vaccino Covid. Un colorante nelle dosi residue per contrastare il mercato nero. La proposta Sifo-Regione Lazio

Anche dopo l'estrazione delle dosi previste, restano nel fondo delle fiale alcune gocce di vaccino anti covid che qualcuno potrebbe pensare di raccogliere e somministrare a proprio piacimento, o rivendere. Da qui l'idea di aggiungere del colorante a base di eosina o blu di metilene per identificare le dosi residue, alterarne la composizione e renderle così inutilizzabili. Una proposta che, riferisce il presidente della Sito Arturo Cavaliere, “è già stata recepita anche dall’Iss”.

12 GEN - In molti aspettano il vaccino contro il covid. Il rischio dell’attivazione di un mercato nero o di un uso illegittimo dei residui di vaccino nelle fiale multidose ha quindi fatto emergere la necessità di soluzioni di contrasto di azioni irregolari. La proprosta della Regione Lazio e della Sifo (Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie) è quella di inserire un colorante a base di eosina o blu di metilene al residuo di vaccino per identificare, alterare e rendere inutilizzabili le gocce residue nei fondi delle fiali multidose dopo l'estrazione delle dosi ufficiali.

“La soluzione individuata dall'Assessorato alla Sanità della Regione Lazio e dalla SIFO - sottolinea il presidente nazionale dei farmacisti ospedalieri Arturo Cavaliere - assicura, con la sola aggiunta di eosina o blu di metilene, la più semplice e immediata identificazione dei residui di vaccino. Abbiamo registrato che questa nostra proposta è già stata recepita anche dall'Istituto Superiore di Sanità, confermando la velocità con cui in questo periodo stiamo riuscendo a gestire le problematiche che si creano in questo delicato tempo vaccinale, che richiede attenzione e tempestività su molti e differenti livelli di intervento”.

 
“Per quanto riguarda la corretta gestione dei quantitativi disponibili - puntualizza Marcello Pani, segretario nazionale SIFO - ricordiamo che la società scientifica dei farmacisti ospedalieri ha appena predisposto una utility, l'algoritmo 'ALARM SIFO', in pratica un calcolatore che sarà messo a disposizione di tutti i colleghi, che permette di ottimizzare le scorte del vaccino in funzione delle somministrazioni delle prime dosi e dei successivi richiami. ALARM SIFO già dalla settimana scorsa in uso in alcune strutture pilota, consente di pianificare la gestione dei soggetti che devono essere vaccinati (prima dose e richiamo) in funzione della gestione logistica del vaccino, con particolare riferimento alle consegne previste dal Commissario Straordinario per ogni Hub”.

12 gennaio 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lazio

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy