Quotidiano on line
di informazione sanitaria
12 LUGLIO 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Il vero problema è che ci sono troppi medici e pochi infermieri

16 GEN - Gentile Direttore,
sono un impiegato amministrativo presso una ASL, e quindi non ho interessi specifici nel Comma 566. Leggo l'intervento di Biagio Papotto, Segretario generale Cisl Medici  del quale condivido poco la sostanza ed ancora meno il tono. Avranno sicuramente ragione i vari attori intervenuti nel segnalare che il comma 566 rappresenti un pasticcio, ma credo che la discussione dovrebbe partire da una considerazione semplice ed oggettiva: "Con 3.9 medici ogni mille abitanti l’Italia si colloca sopra la media OCSE di 3.2 medici, al contrario risulta sotto la media [...] per il numero di infermieri, 6.4 ogni mille abitanti, contro gli 8.8 della media OCSE".
 
Poiché non si può affermare che negli altri paesi OCSE gli "atti medici" vengano svolti da personale non qualificato, ne deduco che l'organizzazione dell'assistenza avviene colà in maniera diversa. Non vedo la vergogna nel dire che un infermiere costa la metà di un medico, e se nel resto del mondo i medici sono di meno, ciò significa che attualmente in Italia qualche medico svolge un lavoro che altri potrebbero fare costando meno. Avranno anche tutti i medici il "valore di quadro" come vuole Papotto, ma alcuni di loro sono finiti a fare da tappezzeria evidentemente.

 
Quindi ben venga la ridefinizione delle competenze reciproche, giustamente nell'ottica di far fare ai medici, i medici ed agli infermieri, gli infermieri, ma tenendo ben presente che la dimensione della classe medica in Italia oggi è un'anomalia, e quindi una riduzione dei suoi compiti, e di conseguenza del numero di medici necessari ad espletarli, rappresenta una fisiologica evoluzione del sistema e non un atto di aggressione nei loro confronti.
 
Luca Heller
Collaboratore Amministrativo Professionale

16 gennaio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy