Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 04 APRILE 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

La Lombardia regolamenti i nulla osta preventivi per gli infermieri

02 SET - Gentile Direttore,
in qualità di dirigente sindacale FIALS Regione Lombardia (Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità) sindacato maggiormente rappresentativo come sigla autonoma a livello nazionale e Lombardo intendiamo esprimere la nostra perplessità circa la decisione di alcune aziende ospedaliere lombarde riguardante la mancata concessione del nulla osta preventivo agli infermieri come messo in evidenzia dall'articolo di Rosario Scotto di Vetta pubblicato sul vostro quotidiano.

Da un punto di vista normativo tutto nasce dal testo di legge 114/2014 art 2 comma 2 che permette alle amministrazioni di appartenenza il previo assenzio per la partecipazione a concorsi di trasferimento presso la pubblica amministrazione. Il caso eclatante riguarda attualmente lo sblocco dei concorsi di assunzione in Regione Campania che dopo decenni riapre finalmente i bandi di mobilità extra regionale, bene se non fosse che alcune aziende milanesi applicano la normativa in modo totalmente discrezionale senza avere un protocollo unico per tutte le aziende.


Basti pensare alla situazione nel territorio milanese dove per lo stesso concorso di mobilità alcune aziende ospedaliere concedono il nulla osta preventivo senza alcun problema mentre altre non concedono il nulla osta ed addirittura alcune aziende mesi prima lo concedono ad alcuni dipendenti mentre ad altri no. Tale situazione crea dei principi di diseguaglianza tra i dipendenti che non possono essere accettati, per questo come organizzazione sindacale FIALS invieremo al più preso una lettera alla commissione sanità per permettere di regolamentare e governare la situazione nella maniera più equa e trasparente possibile.

Da sempre il sistema sanitario lombardo è riconosciuto in tutto il mondo come un sistema di eccellenza , questa eccellenza è dovuta sopratutto alla professionalità del personale sanitario (infermieri, oss, tecnici ,ecc) che lavorano nelle corsie e sopperiscono quotidianamente ai tagli che il governo centrale fa sulle regioni. Per questo chiediamo che Regione Lombardia regolamenti questa situazione, siamo certi della piena trasparenza di questa Regione e siamo sicuri di poter trovare una soluzione anche in tempi rapidi in modo da permettere la partecipazione ai bandi concorsuali agli infermieri che vogliono ritornare nelle regioni di appartenenza.

Vincenzo De Martino
Infermiere e Vice Segretario Regionale FIALS Lombardia

02 settembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy