Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 20 SETTEMBRE 2017
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Per i medici un contratto Gayfriendly

13 SET - Gentile Direttore,
dati i problemi generali, economici e di responsabilità, addossati ai medici anche quando le carenze sono strutturali e quindi politiche, parlare di CCNL Gayfriendly potrà sembrare veramente ridicolo, ma anche questo è uno strumento sanitario utile contro piaghe sociali gravi come il suicidio.
 
D'altra parte sono l'unico medico gay dichiarato a parlare apertamente di Medicina di Genere LGBT e so perfettamente che il 90% dei colleghi (lesbiche, bisessuali, omosessuali) (LGB) è semplicemente terrorizzato e non farà mai Coming Out sul posto di lavoro, date le condizioni attuali.
So anche benissimo dei maltrattamenti subiti anche dai colleghi effeminati o dalle colleghe mascoline, qualunque sia il loro orientamento sessuale ed ovviamente conto sulle dita di una sola mano le colleghe transessuali.

So soprattutto che quei rari medici omosessuali o lesbiche, dichiarate in famiglia e sul lavoro (diciamo il 10% del totale), sono terrorizzati all'idea di occuparsi di Medicina di Genere LGBT, perché questo può nuocere gravemente alla loro carriera nonostante abbiano fatto Coming Out.

 
A titolo di esempio vediamo adesso la questione suicidio.
 
Il giorno 10 è stata la giornata mondiale contro il suicidio, che colpisce tre volte più della media gli adolescenti omosessuali (LGB) e ben venti volte più della media gli adolescenti Transegender o Transessuali. Ai convegni di solito non se ne parla mai. Solo quest'anno al convegno internazionale di Suicidologia ( http://www.giornataprevenzionesuicidio.it/ ) per la prima volta presenteremo, come nascente associazione AMIGAY (medici e personale sanitario, lgbt e gayfriendly) ben sei poster sul tema, sperando che le oltre duemila persone iscritte possano leggerli, in silenzio.
 
Non posso allora non preoccuparmi anche di un CCNL Gayfriendly e pretenderlo almeno dalle pagine online della sua rivista.
 
La solidarietà verso le persone LGBT e il sostegno contro il SUICIDIO parte anche dal rispetto sul posto di lavoro dei colleghi LGBT e dalle garanzie rispetto al Coming Out messe per iscritto nel CCNL.
 
A chi chiedere altrimenti?

Manlio Converti
Psichiatra
Attivista LGBT 


13 settembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy