Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 06 LUGLIO 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Bene puntare sull’HTA ma non concentriamoci solo sull’innovazione

08 OTT - Gentile direttore,
la decisione del Ministro Grillo di utilizzare in modo sistematico l’HTA nelle decisioni in campo sanitario rappresenta certamente un elemento di rilievo nell’organizzazione della Sanità e, come giustamente sottolineato da Pietro Derrico, un passo importante verso garanzie omogenee di appropriatezza e di adeguatezza delle decisioni.
 
Vogliamo aggiungere la nostra voce a favore di questa importante valorizzazione dell’HTA per richiamare alla opportunità, o meglio, a nostro avviso, alla necessità, che i professionisti medici  che quotidianamente sono impegnati nei processi di cura possano contribuire alla formazione delle valutazioni attraverso la loro specifica competenza clinico-tecnica nei diversi segmenti operativi connessi con l’analisi HTA nei diversi contesti  in particolare attraverso l’individuazione degli elementi più adatti per “descrivere” adeguatamente le funzioni da garantire, tenendo anche ben presente che una accorta ed esperta valutazione del clinico rappresenta un insostituibile mezzo per  ovviare alle differenze spesso sostanziali fra le casistiche altamente selezionate su cui sono state ottenute le evidenze negli studi clinici randomizzati e i pazienti delle nostre casistiche reali.

 
Al tempo stesso, non appare opportuno confinare l’analisi HTA alla sola innovazione, pur certamente terreno di particolare utilità. La rianalisi di procedure invalse nell’uso, ma non sostenute da evidenze adeguate di efficacia costituisce uno strumento importante anche nell’attivazione di processi, quali lo “choosing wisely” volti alla eliminazione di procedure non sostenute da sufficienti prove di efficacia.
 
Di fatto la valutazione di HTA e outcomes nell’ analisi dei dispositivi introdotti appare cogente anche nell’ ottica di uno sviluppo del value based healthcare che possa permettere l’attivazione di procedure di gara che valutino in maniera più compiuta non il semplice dispositivo ma l’intero percorso di cura.
 
Tale valutazione metterebbe a quel punto in gioco l’intero sistema nell’ erogare la prestazione, controllarne l’efficacia e solo a quel punto giustificarne la spesa.
Plaudiamo quindi alla attenzione operativa all’HTA, augurandoci che la sua applicazione sia finalmente in una fase rapidamente incrementale.
 
Gianfranco Gensini
OSVA, ALTEMS, Roma

Gino Gerosa                 
Direttore Cardiochirurgia, Azienda Ospedaliera Padova

Serafina Valente  
Direttore Cardiologia Ospedaliera, AOU Senese

08 ottobre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy