Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 08 AGOSTO 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Mettere in sicurezza le strutture sanitarie...ma senza i Nas

20 LUG - Gentile direttore,
anche questa Ministra, come avvenuto con la Lorenzin, deve capire la differenza tra ricerca della responsabilità professionale e della sicurezza, capire cosa è avvenuto per evitare che si ripeta. In altri termini tra inchiesta giudiziaria e audit per evento significativo. Andare con i NAS ad analizzare un caso di morte materna significa inevitabilmente ricercare le responsabilità, andare con degli esperti per capire, con i protagonisti dell’evento, cosa sia avvenuto e individuare le soluzioni, è una prerogativa dei sistemi di ‘segnalazione e apprendimento’ che appartengono alla cultura ‘no blame’ della sicurezza.
 
Queste due tipologie d’intervento devono essere mantenute separate consapevoli che la verità giuridica non è spesso quella vera. L’ho potuto verificare In tante analisi di incidenti. E’ naturale che sia così, nella ‘cultura blame’ ognuno tenderà a confondere le carte con lo scopo di non essere condannato. In una logica ‘no blame’ dei buoni esperti capiscono subito quello che è accaduto, a prescindere dalle responsabilità, e questo consente loro di mettere in sicurezza la struttura senza dover aspettare la verità giuridica, che arriva dopo anni.

 
Il Ministro deve decidere cosa vuole ma capisco che è difficile perché tutti i ministri vogliono dare al popolo la testa del colpevole per dimostrare di essere giusti. Dare al popolo la testa del colpevole è la manifestazione più emblematica del populismo. Ritengo che questa unità di crisi sia solo uno strumento di propaganda politica sino a quando non si chiarirà bene la sua funzione.
 
La ricerca delle responsabilità sia lasciata alla magistratura e alla medicina legale. Il Ministero intervenga ma senza i NAS per mettere in sicurezza per primo la struttura e quanto emerge all’audit non potrà essere utilizzato ai fini giudiziari. Se invece il Ministro vuole i colpevoli i Carabinieri dei NAS sono bravissimi ma è un’altra cosa.
 
La legge 24 sulla sicurezza chiarisce bene cosa sono i sistemi di ‘reporting and learning’ ed è per questo stata apprezzata a livello internazionale, la si applichi.

Riccardo Tartaglia
BSD By Strategic Design
HSM Health Security Management


20 luglio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy