Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 22 AGOSTO 2019
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Mettere in sicurezza le strutture sanitarie...ma senza i Nas

20 LUG - Gentile direttore,
anche questa Ministra, come avvenuto con la Lorenzin, deve capire la differenza tra ricerca della responsabilità professionale e della sicurezza, capire cosa è avvenuto per evitare che si ripeta. In altri termini tra inchiesta giudiziaria e audit per evento significativo. Andare con i NAS ad analizzare un caso di morte materna significa inevitabilmente ricercare le responsabilità, andare con degli esperti per capire, con i protagonisti dell’evento, cosa sia avvenuto e individuare le soluzioni, è una prerogativa dei sistemi di ‘segnalazione e apprendimento’ che appartengono alla cultura ‘no blame’ della sicurezza.
 
Queste due tipologie d’intervento devono essere mantenute separate consapevoli che la verità giuridica non è spesso quella vera. L’ho potuto verificare In tante analisi di incidenti. E’ naturale che sia così, nella ‘cultura blame’ ognuno tenderà a confondere le carte con lo scopo di non essere condannato. In una logica ‘no blame’ dei buoni esperti capiscono subito quello che è accaduto, a prescindere dalle responsabilità, e questo consente loro di mettere in sicurezza la struttura senza dover aspettare la verità giuridica, che arriva dopo anni.

 
Il Ministro deve decidere cosa vuole ma capisco che è difficile perché tutti i ministri vogliono dare al popolo la testa del colpevole per dimostrare di essere giusti. Dare al popolo la testa del colpevole è la manifestazione più emblematica del populismo. Ritengo che questa unità di crisi sia solo uno strumento di propaganda politica sino a quando non si chiarirà bene la sua funzione.
 
La ricerca delle responsabilità sia lasciata alla magistratura e alla medicina legale. Il Ministero intervenga ma senza i NAS per mettere in sicurezza per primo la struttura e quanto emerge all’audit non potrà essere utilizzato ai fini giudiziari. Se invece il Ministro vuole i colpevoli i Carabinieri dei NAS sono bravissimi ma è un’altra cosa.
 
La legge 24 sulla sicurezza chiarisce bene cosa sono i sistemi di ‘reporting and learning’ ed è per questo stata apprezzata a livello internazionale, la si applichi.

Riccardo Tartaglia
BSD By Strategic Design
HSM Health Security Management


20 luglio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy