Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 06 DICEMBRE 2019
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Ecco perché difendo il Dg dell'Assl 5 Oristano, Mariano Meloni

07 AGO - Gentile Direttore,
è troppo comodo colpire chi sta in prima linea, colui che deve  applicare leggi finalizzate alla tutela dei cittadini. Ripetere la consolidata abitudine di scaricare, dando la falsa sensazione del decisionismo celodurista, la responsabilità su una persona è il modo più semplice per deviare l’attenzione, illudendo che i problemi vengano risolti con un colpo di spugna. La richiesta fatta dal Presidente della Commissione Sanità Consiglio Regionale di licenziamento immediato del Direttore ASSL Oristano Mariano Meloni è inappropriata e ingiusta. Farebbe meglio a dimettersi chi continua a creare illusioni alle popolazioni, chi confonde il ruolo della politica come programmazione con la politica come gestione. Farebbe bene a dimettersi chi continua a promuovere un clamoroso falso: politicamente sono d’accordo ma la legge non lo permette, come se il diritto, le leggi non fossero prodotti dalla politica. Mariano Meloni gestisce e applica le leggi, assumendosi una responsabilità diretta.
 
Il non rispetto si configura come reato. Una legge che parla di standard di qualità ospedalieri, il DM 70, afferma chiaramente che un DEA I livello deve servire una popolazione dai 100.000 ai 300.000 e che un ulteriore ospedale può essere dichiarato ospedale di zona disagiata se si trova a 90’ dal DEA di riferimento. E chiaro che solo assegnare delle funzioni diverse allo stabilimento di Ghilarza, dando servizi diurni continuativi, può essere utile alla popolazione , mentre replicare le funzioni di un ospedale per acuti che si trova a 20’ di distanza( per non parlare altro DEA I a Nuoro a 35’) dal DEA di riferimento è assolutamente inutile. Si sta chiedendo a Mariano Meloni di fare miracoli! 

 
E il problema non è solo del personale specializzato non disponibile ma impossibilità di mantenere standard di qualità, come per esempio nell’oramai accertato rapporto tra numero di persone assistite e esiti delle cure.
 
Si applichi modello organizzativo ospedale per intensità di cura, ( perché se ci sono in area medica internistica 20 medici solo 12 fanno i turni di guardia notturni e festivi?)si rivedano i modelli organizzativi creando percorsi di cura trasversali integrati, coordinati. Mariano Meloni ha le capacità per poter applicare nuove organizzazioni. Lo si lasci lavorare.

Luigi Arru

07 agosto 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy