Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 10 APRILE 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Sicurezza Cure. In Toscana un traguardo storico per gli Psicologi

24 OTT - Gentile Direttore,
nei procedimenti giudiziari, sia civili che penali, con protagonista la responsabilità professionale sanitaria, la Consulenza Tecnica d’Ufficio ha sempre avuto un ruolo fondamentale quale strumento probatorio. Tanto che i giudici, nell’emettere le sentenze, spesso assumono gli esiti della perizia tecnica a fondamento del proprio giudicato. La Toscana, grazie all’art. 15 della Legge 24/2017, la cosiddetta “Legge Gelli-Bianco”, è intervenuta nella disciplina della nomina del consulente tecnico d’ufficio dettando regole comuni al procedimento civile e a quello penale.
 
E così è stato firmato nei giorni scorsi in Corte d’Appello a Firenze, dopo un periodo di condivisione durato un anno, il protocollo che, unico in Toscana, fissa le regole per l’iscrizione e la permanenza in quella parte speciale dell’albo dei CTU che racchiude gli iscritti delle professioni sanitarie che vogliono svolgere l’attività di consulenti tecnici d’ufficio nelle cause dove appunto parli di responsabilità professionale medica o sanitaria.

Si tratta di un traguardo storico per la nostra professione. Un protocollo di fondamentale importanza perché, oltre a regolamentare l’accesso all’albo speciale degli iscritti all’Ordine, impone una maggiore tutela per i cittadini e quando i provvedimenti vanno nella direzione della maggior tutela e della salute della cittadinanza, non possiamo che essere soddisfatti. Un coinvolgimento diretto degli Psicologi che passa dal riconoscimento della Psicologia come Professione Sanitaria avvenuto con l’approvazione del “ddl Lorenzin” il 22 dicembre del 2018. La professione di Psicologo è annoverata così tra le Professioni Sanitarie, attraverso cui si dà piena applicazione all’Articolo 32 della Costituzione: ‘La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana’.

Tra i firmatari del protocollo, oltre all’Ordine degli psicologi della Toscana, il Tribunale di Firenze, la Corte di Appello di Firenze, la Procura Generale di Firenze, la Procura della Repubblica di Firenze, l’Ordine degli Avvocati di Firenze, l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri, l’Ordine delle ostetriche, l’Ordine delle professioni infermieristiche, l’Ordine dei biologi, l’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e Confprofessioni Toscana.

Lauro Mengheri
Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana
 

24 ottobre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy