Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 21 GENNNAIO 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Piramide del ricercatore. Terminata la prima fase di reclutamento

13 GEN - Gentile Direttore,
Quotidiano Sanità ha seguito fin dagli albori l’iter applicativo della “Piramide della ricerca”. Ci sembra pertanto utile inviare un aggiornamento circa la prima fase di applicazione partita lo scorso Dicembre negli IRCCS e IZS pubblici. L’iter normativo, avviato agli Stati Generali della Ricerca Sanitaria del 2016, ha visto l’approvazione dei seguenti atti:
• inserimento di una specifica sezione della legge di bilancio 2018 (art. 1 commi 422-434 legge 205/2017) modificata parzialmente dalla legge di bilancio 2019 (art. 1 comma 543 legge 145/2018), dalla legge di bilancio 2020 (art. 1 comma 451 legge 160/2019) e dal decreto-legge “Milleproroghe 2020” (art 25 comma 4 d.l. 162/2019) che ha posto le basi per la creazione di un contratto a tempo determinato di 5+5 anni per chi lavora in ricerca presso un IRCCS o IZS pubblico
 
• stesura di una sezione contrattuale specifica per il personale della ricerca di IRCCS e IZS nel CCNL della Sanità, entrata in vigore dal 12 luglio 2019
decreto interministeriale n. 164/2019 per la “Valutazione del personale della ricerca sanitaria”
 
E necessita di almeno altri due atti:
• decreto del Ministero della Salute per la definizione delle fasce economiche del personale assunto in sede di prima applicazione (art.1 comma 432 legge 205/2017 e art.1 comma 451 legge 160/2019)
• decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per la definizione dei requisiti, titoli e procedure concorsuali per le assunzioni del personale non entrato in sede di prima applicazione (comma 425 legge 205/2017)

Nel corso dell’ultimo trimestre del 2019, il Ministero della Salute ha invitato gli IRCCS e gli IZS ad avviare il reclutamento del personale con i requisiti dettati dal comma 432 della legge 205/2017:
• essere stato in servizio con rapporto di lavoro flessibile o essere stato titolare di borsa di studio presso IRCCS o IZS alla data del 31 dicembre 2017, a seguito di espletamento di procedura selettiva pubblica;
• di aver maturato con le precedenti forme contrattuali, al 31 dicembre 2017, un’anzianità di servizio di almeno tre anni negli ultimi cinque anni.
 
Il Ministero ha inoltre richiesto agli Istituti di procedere alle assunzioni di tale personale entro la data del 31 dicembre 2019 e nel frattempo ha provveduto a ripartire i fondi stanziati per l’anno 2019 (50 milioni definiti nel comma 424 della legge 205/2019) tra tutti gli Istituti. 

Nel corso degli ultimi 20 giorni del 2019 abbiamo monitorato l’attività di ogni istituto raccogliendo le determine/delibere emanate da ciascun ente sulla prima fase di attuazione della “Piramide della ricerca”. Nella Tabella 1 si riporta quanto siamo riusciti a raccogliere pur essendo consapevoli che per qualche Istituto ci potrebbero essere sfuggiti alcuni atti o potrebbero esserne stati pubblicati di nuovi in questi giorni. 

In totale i nuovi contratti a tempo determinato avviati lo scorso mese sono stati circa 1400.

Nel ringraziare il Ministero, il nostro Istituto e tutto il personale amministrativo ci preme sottolineare che questo è solo il primo passo di un iter partito tre anni e mezzo fa e chiediamo che nei primi mesi del 2020:
• prima di procedere alla seconda ricognizione del personale che ha i requisiti per entrare in sede di prima applicazione (art. 25 comma 4 del d.l. 162/2019), si prenda in considerazione una modifica del decreto per sanare la situazione di colleghi che hanno ben più di tre anni di esperienza negli ultimi sette, ma che per motivi non dipendenti da loro non avevano un contratto il 31 dicembre 2017
• siano emanati i criteri di attribuzione delle fasce economiche del personale entrato in questa prima applicazione già discussi e accettati durante la discussione del decreto 164/2019 “Valutazione del personale della ricerca sanitaria”
• sia avviato un attento monitoraggio per garantire che i fondi distribuiti siano utilizzati con le stesse modalità in ogni istituto
•possa prendere avvio la discussione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per la definizione dei requisiti, titoli e procedure concorsuali per le assunzioni del personale non entrato in sede di prima applicazione
• si pongano le basi per iniziare un vero processo di stabilizzazione dei precari degli IRCCS e IZS dato che il contratto attualmente proposto e firmato da noi ricercatori e collaboratori alla ricerca rimane comunque un contratto a tempo determinato.
 
Gruppo di coordinamento del Comitato precari INT
 
Tabella. Personale assunto a tempo determinato presso IRCCS e IZS a seguito della prima applicazione del comma 432 della legge 205/2017

(1) Stima del costo complessivo di un contratto annuale a livello DS0 per i ricercatori sanitari e D0 per i collaboratori.
(2) Quota dei fondi per l’anno 2019 definiti nel comma 424 legge 205/2017 da utilizzare per l’attuazione della Piramide della ricerca nei singoli istituti nel 2019-2020. Tali fondi possono essere utilizzati anche per le successive fasi di applicazione della Piramide.
* Ipotizzando che i tempi determinati siano 50% ricercatori sanitari e 50% collaboratori di ricerca 


13 gennaio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy