Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 21 FEBBRAIO 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Caso Vianello. Non generalizzare, per favore

27 GEN - Gentile Direttore,
in quanto facente parte della categoria di professionisti sanitari che somministrano terapia manuale e manipolazioni hvla tipiche della Medicina Manuale e nell'osteopatica e chiropratica mi sento di rispondere al giornalista Andrea Vianello per confortarlo sulle pratiche manipolative e soprattutto per esprimere la mia vicinanza e considerazione per quanto accadutogli con tutta la mia comprensione.

Dalla letteratura e dalla numerosa ricerca presente nei maggiori portali di scienza medica, che inserisco a fondo per chi vuole averne conforto e conoscenza, si evince che non è possibile associare un danno vascolare di tale entità alle manipolazioni hvla a prescindere dall'ipotesi di ricerca. Sia che si parta dal presupposto che la manipolazione determini il danno e sia che si basi la ricerca sulla dinamica del possibile danno non è possibile affermare con certezza scientifica che le manipolazioni hvla possono essere associate al danno vascolare di dissecazione dell'arteria vertebro  basilare (endocranica), delle vertebrali che decorrono nel forame vertebrale e dallo stesso protette, un canale che per sua natura non si deforma con il movimento cervicale e del collo, e tantomeno delle carotidi che conservano un ampio range di movimento in quanto correnti tra le pareti muscolari antero laterali del collo.


La procedura che prelude l'atto manipolativo del professionista sanitario è molto attenta alle cosiddette red flags, ossia ai segni e sintomi ostativi all'intervento, segno clinici evidenti ai test premanipolativi e segni e sintomi riferiti dal paziente in anamnesi che devono essere interpretati dal clinico e che richiedono, nel caso, sempre  un approfondimento diagnostico per immagini (Eco-RMN-TAC-RX....) con una visita specialistica associata (neurologo, ortopedico, chirurgo vascolare ...). La storia che il  paziente riferisce è altrettanto importante, ad esempio la tosse, il vomito, la forte nausea, l'emicrania, la fotofobia, un acufene improvviso ecc... possono essere sintomi che meritano un approfondimento diagnostico di esclusione. I test sono fondamentalmente test di mobilità che prevedono l'osservazione di cosa accade nel loro compimento, ad esempio la comparsa di nistagmo in una particolare posizione del capo, o la comparsa di uno dei sintomi appena descritti. Sono test operatore dipendente e prevedono quindi una buona pratica ed esperienza, come d'altronde ogni attività diretta come terapia ad un paziente a prescindere.

Il problema, caro direttore, è che in Italia registriamo sempre di più una tolleranza imbarazzante e nel contempo criminale nei confronti dell'illecito, la tendenza a garantire colui che compie un atto criminale a scapito della vittima. Viviamo in un Paese dove la giurisprudenza è così evoluta da essere da esempio a livello mondiale, non esiste un altro Paese al mondo che può vantare una giurisprudenza e un complesso normativo pari a quello Italiano, purtroppo a questo si interfaccia la realtà inspiegabile della non applicazione delle leggi esistenti, o della disapplicazione delle medesime e dove la certezza della pena è una mera causalità nelle mani del magistrato di turno e del suo umore del momento affiancato alla totale immunità nei confronti di ogni livello di responsabilità sia possibile intercettare. Risulta necessario definire se il professionista che è stato indicato dal Dott. Andrea Vianello sia in possesso o meno di titoli abilitanti alla professione sanitaria.

Gentile Direttore e carissimo Andrea Vianello, generalizzare e demonizzare in modo indefinito risulta offensivo e discriminatorio nei confronti delle migliaia di professionisti sanitari attenti e preparati che comprendono l'accaduto, ma che nel contempo intuiscono la forte possibilità che Lei, Andrea Vianello, si sia affidato a mani improprie, ossia ad un operatore privo di titoli sanitari di cui avremmo anche piacere di conoscere il nome, dato il riscontro negativo che sta comportando per tutti Noi, non ultimo per avere la possibilità di costituirci parte civile in un eventuale percorso legale/risarcitorio.

Sono decine di migliaia le persone che come pazienti si rivolgono ogni giorno a Noi in qualità di professionisti sanitari e altrettante quelle che beneficiano dei nostri interventi, tra queste, molte, potrebbero scegliere di non rivolgersi alla nostra categoria dopo aver letto il suo articolo e continuare, magari, a soffrire, a star male, a dover abusare di farmaci e peggiorare il loro status fino a non poter più essere aiutate dai nostri interventi incruenti e professionali.

Gentile Andrea Vianello, piuttosto, disponiamo un confronto, valutiamo il caso e facciamo una corretta ed utile informazione ed in questo, le garantisco la mia più totale disponibilità e le posso assicurare la disponibilità dei maggiori esponenti, insegnanti e formatori, che studiano, praticano ed insegnano la terapia manuale e le manipolazioni hvla.

Dott. Giovanni Cavinato
Fisioterapista Osteoapata
Specializzato in Medicina Osteopatica
Specializzato in Postuologia e degli squilibri della colonna vertebrale
Specializzato in Terapia Manuale e delle complicanze Cranio Mandibolari
Specializzato in Riabilitazione Neurologica e post. Chirurgica


Leggi qui per note informative di ricerca


27 gennaio 2020
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer Note

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy