Quotidiano on line
di informazione sanitaria
29 NOVEMBRE 2020
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Dal Governo un grande impegno per la sanità: lavoriamo per ampliare interventi

20 NOV - Gentile Direttore,
ci apprestiamo a discutere in Parlamento una legge di bilancio da 38 miliardi di euro, che verrà integrata da un ulteriore scostamento di bilancio da 20 miliardi per sostenere la nostra sanità pubblica e la nostra economia duramente colpite dalla crisi legata al Covid19. Sono circa 60 miliardi che investiremo per affrontare la recrudescenza di questa pandemia che sta mettendo a dura prova tutto il mondo.
 
Siamo di fronte a scelte importanti e a sfide che, solo qualche tempo fa, non ci saremmo mai immaginati di dovere intraprendere. Ma siamo qui e dobbiamo continuare a dare il massimo per il nostro Paese. Sappiamo che quando il Movimento 5 Stelle è arrivato al governo del Paese la sanità pubblica era stata oggetto di tagli scriteriati, stimati in 37 miliardi di euro negli ultimi dieci anni; sappiamo che non esisteva nessun tipo di programmazione sul fabbisogno delle varie aree del Paese.
 
Finora abbiamo stanziato 12 miliardi nella sanità pubblica, invertendo decisamente la rotta, ma ci siamo resi conto che, nonostante il massiccio intervento economico, questi fondi non sono stati spesi a dovere dalle Regioni. Un gap evidente che il sistema Paese, nella sua interezza, ha il dovere di colmare. È finito il tempo di “chi dà la colpa a chi”, ora dobbiamo collaborare con maggiore intensità a partire proprio dalla Manovra che arriverà in Parlamento. Il Governo ha preso un impegno serio sul tema sanitario: parliamo di quasi 4 miliardi di euro che avranno ricadute dirette sul lavoro del personale sanitario e sulle strutture ospedaliere in difficoltà.

 
Stanziamo 850 milioni per le indennità di medici e infermieri e ulteriori 70 milioni per i tamponi che dovranno essere eseguiti da medici di famiglia e pediatri di libera scelta, per potenziare l’assistenza territoriale ed evitare il sovraccarico dei nostri ospedali. Coloro che si sacrificano ogni giorno nelle trincee degli ospedali hanno diritto ad avere un riconoscimento anche se nulla potrà mai ripagarli per quanto stanno facendo per chi soffre.
 
Per i nostri giovani medici incrementiamo di ulteriori 4.200 i contratti di specializzazione in medicina per il 2021, con uno stanziamento di 105 milioni per gli anni 2021 e 2022, che si aggiungono alle oltre 34 mila assunzioni effettuate negli ultimi mesi. Per rendere più moderni ed efficienti i nostri ospedali aggiungeremo ulteriori 2 miliardi per l’edilizia sanitaria. Vogliamo assicurare a tutti i cittadini le cure necessarie per l’infezione da Covid-19.
 
Nella Manovra di Bilancio abbiamo stanziato un apposito Fondo con una dotazione di 400 milioni di euro per l’acquisto dei farmaci per la cura dei pazienti con COVID-19 e per l’approvvigionamento dei vaccini anti Sars-Cov-2, che saranno distribuiti su tutto il territorio nazionale. Confermiamo il Fondo per l'assistenza dei bambini affetti da malattia oncologica, con una dotazione di 5 milioni l’anno. Un pacchetto di interventi essenziali che, personalmente auspico, potremo ulteriormente migliorare in Parlamento.
 
Medici, infermieri e tutto il personale sanitario hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo anche durante questa seconda ondata. Il miglior modo per sostenere questo sforzo generoso e gigantesco è mettere a loro disposizione tutti i fondi disponibili per poter operare al meglio e continuare a salvare vite umane. È la forza ed il cuore di quelle persone che ci permette di guardare avanti con fiducia nel futuro. 
 
On. Giorgio Trizzino
MoVimento 5 Stelle
Commissione Bilancio della Camera

20 novembre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy