Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 19 APRILE 2021
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Partnership pubblico-privato per rifondare (o rinnovare) il Ssn

27 GEN - Da più parti (e non solo in riferimento alla pandemia da SARS-CoV2 e ai suoi effetti sulle organizzazioni e sui modelli assistenziali) si invoca una “rifondazione del Servizio Sanitario Nazionale”: centralità dei bisogni di salute espressi dai cittadini, nuove strategie da individuare per una effettiva continuità assistenziale, rapporto ospedale-territorio da sostenere con scelte concrete, individuazione delle competenze effettive per una governance reale, implementazione effettiva delle reali innovazioni tecnologiche, nuove relazioni tra aziende e organizzazioni.
 
Tutte riflessioni che cercano di rispondere alle domande: come cureremo tra 5 anni? Come sarà organizzato e impostato l’accesso ai servizi sanitari?
Sulle risposte a questi interrogativi si basa la possibilità stessa di un rinnovamento reale del SSN, che ovviamente non può prescindere dalle competenze reali: servono figure professionali aggiornate e preparate, anche nell'ambito di quelle professionalità che possono essere il vero punto di collegamento tra il sistema produttivo e il sistema sanitario.
 
In questo senso la vera prospettiva è quella della sanità Value Based: uscire dalla concezione di “costo della salute” per entrare nell'ambito multidisciplinare e multisettoriale del valore dei sistemi e dei servizi. I professionisti in grado di inserirsi proattivamente in questa prospettiva sono i più richiesti, i più utili, i leader di settore.

 
L'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Università Cattolica-ALTEMS, ha avviato da tempo un processo di “ascolto” con interlocutori nel SSN e nell’industria, per disegnare proprio un percorso formativo utile a sviluppare un nuovo e più contemporaneo profilo di un ruolo, quello dell’executive account manager, che è chiamato oggi a gettare un “ponte” tra soggetti realmente innovatori e manager dell’SSN.
 
Per svolgere questo ruolo in modo nuovo e consapevole dei cambiamenti in atto è fondamentale la conoscenza del sistema complessivo, della sua organizzazione e delle sue criticità, dei suoi processi decisionali e del ruolo che l’innovazione tecnologica può avere nello sviluppo di nuove risposte sanitarie.
 
Il professionista che vuole interpretare questo ruolo conosce alla perfezione tutte le tappe del processo organizzativo e di implementazione di servizi in sanità e sa che le tecnologie si inseriscono in un contesto ampio, complesso e delicato, contribuendo a offrire soluzioni che hanno come obiettivo quello di rispondere alla domanda di salute dei cittadini e di tutto il Paese.
 
In questa logica ALTEMS ha avviato il Master di II Livello in Bio Executive Account Manager, con l'obiettivo di formare eccellenze professionali in grado di inserirsi all'interno del contesto healthcare italiano forti di visione complessiva, capacità strategica, competenze e conoscenze.
 
Un team accademico di altissimo profilo, coordinato dal professor Walter Ricciardi, è garanzia di contenuti appropriati e puntuali per un Master che è strutturato con una prima parte accademica sviluppata da titolari di cattedra della materia di riferimento, una seconda parte tenuta da professionisti di riferimento a livello nazionale ed internazionale, e una terza parte costituita da esercitazioni pratiche e business game dedicati.
 
Il Master – che si rivolge a chi è già in possesso di una laurea specialistica o magistrale (direttori commerciali e vendite, sales manager e key account manager, global e national account manager, responsabili dei clienti direzionali, marketing manager e trade marketing manager, business development manager di aziende del settore biomedicale e biotecnologico) - garantisce lo sviluppo delle competenze attraverso l’approfondimento dell'organizzazione di vendita, la pianificazione e programmazione dell'attività, l'utilizzo e miglioramento delle competenze di negoziazione e conoscenza di prodotti e dinamiche di mercato, l'integrazione di tutta la catena degli attori che influiscono sull'azione commerciale con particolare riferimento ai clienti strategici.
 
Il percorso nel suo complesso è indirizzato a coloro che desiderano acquisire le conoscenze e le competenze manageriali per gestire efficacemente la rete di vendita e l'integrazione della stessa nel "sistema azienda", al fine di definire le strategie commerciali in un'ottica di strategic executive accounting.
 
La logica finale è chiara: la partnership pubblico-privato è una delle fondamenta su cui rifondare (o rinnovare) il SSN, ma gli attori e i soggetti coinvolti in questa rifondazione devono essere in grado di interpretare con massima professionalità, intelligenza e capacità dialogica il momento di passaggio. Un momento che potremmo definire “epocale” non può certo essere sprecato per mancanza di competenze.
 
Americo Cicchetti
Direttore Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Università Cattolica-ALTEMS
 
Lorenzo Leogrande
Coordinatore Scientifico Del Master in Bio Executive Account Manager Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Università Cattolica-ALTEMS
 

27 gennaio 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy