Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 30 MAGGIO 2020
Liguria
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Dal Gaslini progetto di sostegno psicologico a distanza

Cinque percorsi pensati per i bambini, per le famiglie e per tutti gli operatori dell’Istituto. Ideato anche un questionario online creato per monitorare la situazione, valutare le problematiche, estrarre dati per avere un'idea di quanto potranno essere pesanti le possibili ripercussioni dal punto di vista comportamentale e psicologico. Dunque, un sistema pensato “per dare un aiuto adesso e per essere preparati in seguito”.

23 MAR - L'Istituto Gaslini si mette a disposizione per aiutare la popolazione nella gestione psicologica ed emozionale dell'emergenza Coronavirus: si tratta del Progetto di sostegno a distanza “Il Gaslini sta con voi”, suddiviso in 5 diversi percorsi pensati per i bambini, le famiglie e tutti gli operatori dell'Istituto pediatrico genovese. “Un progetto di sostegno pensato prioritariamente per rimane vicino alle famiglie dei propri pazienti, per supportarle con consigli e risposte relative alle prestazioni sanitarie”, spiega il Gaslini in una nota. “Ma affinché si mettano efficacemente a servizio degli altri è necessario che anche gli operatori del Gaslini siano sostenuti: per questo è stato creato uno Sportello di ascolto e sostegno psicologico rivolto a tutti dipendenti, in questo modo l'ospedale si prende cura della “sua grande famiglia” attraverso l’identificazione di un punto di ascolto telefonico”.
 
L'ascolto è alla base anche del progetto di sostegno dedicato direttamente ai bambini, non solo ai pazienti ma a tutti quelli che vorranno usufruirne: gli psicologi del Gaslini si mettono a disposizione per capire i nuovi bisogni emotivi dei bambini, che stanno vivendo all'improvviso una situazione anomala e imprevista da ogni punto di vista: famigliare, scolastico, sociale, motorio. Per questo gli psicologi e i neuropsichiatri hanno creato il progetto “Ciao come stai?” pensato per capire come i più piccoli stanno gestendo questa situazione, attraverso la “decodifica” dei loro disegni e la risposta diretta alle loro domande, grazie all'invio attraverso mail dedicata (ciaocomestai@gaslini.org ).

 
“Importante - spiega il Gaslini - è anche la compilazione di un questionario online creato per monitorare la situazione, valutare le problematiche, estrarre dati per avere un'idea di quanto potranno essere pesanti le possibili ripercussioni dal punto di vista comportamentale e psicologico, per dare un aiuto adesso e per essere preparati in seguito”.
 
Inoltre la direzione scolastica competente per la “Scuola in Ospedale” assicurerà la continuità didattica, in particolare ai lungodegenti, con la modalità DAD - Didattica a Distanza, utilizzando le tecnologie a disposizione, le piattaforme in uso e continuando la sperimentazione in atto con il CNR ITD di Genova (Progetto CLIPSO). “Grande disponibilità è stata riscontrata anche nelle Associazioni di volontariato che stanno rispondendo con entusiasmo alla richiesta di disponibilità di volontari, per stare vicino ai nostri piccoli pazienti, anche in modalità a distanza, per giocare, raccontare una storia o semplicemente fare compagnia ai pazienti “isolati” nella parte ospedale COVID positiva”.
 
Ecco i 5 percorsi del progetto


PER I BAMBINI

“Ciao, come stai?”

Anche in età evolutiva la narrazione mediante disegni ed altri strumenti creativi utilizzati dai bambini può aiutarli a capire meglio cosa sta succedendo e a creare o mantenere un dialogo nell’apprendere, capire e condividere pensieri, paure, preoccupazioni dal loro punto di vista. Inoltre, vi sono evidenze che tale approccio, mutuato dalla “narrative exposure”, abbia effetti di prevenzione delle sindromi post-traumatiche. Tale intervento si propone inoltre di supportare le famiglie per fornire orientamento, informazione e un primo sostegno emotivo con personale appositamente formato sul trauma. 

Chi: Gli psicologi e i neuropsichiatri del Gaslini.

Cosa/Chi: per i bambini/ragazzi di tutta Italia

Come: In due modalità (a e b)
a. Per coloro che lo vorranno, sarà possibile inviare domande, racconti, disegni con la finalità di incoraggiare la costruzione di storie condivise sulla base del modello delle terapie narrative all’indirizzo mail ciaocomestai@gaslini.org.
I nostri psicologi risponderanno per e-mail. Infine una selezione di disegni verrà pubblicata in una pagina dedicata del sito istituzionale dell’Istituto Gaslini e verrà realizzata una pubblicazione finale.
b. Sarà reso disponibile sul sito e sui social del Gaslini il link ad un questionario a compilazione volontaria e facoltativa attraverso il modulo di Google (privacy sul sito Google) con modalità di auto compilazione in modalità anonima e nel rispetto della privacy (non sarà registrato alcun dato personale).
Quando: tutti i giorni dal 23 marzo a fine emergenza
 


 
PER LE FAMIGLIE

“Vi siamo vicini”

 Il Gaslini rimane vicino alle famiglie dei propri pazienti, anche per supportarle con consigli e risposte relative alle prestazioni sanitarie.

Chi: Gli operatori del Contact Center
Come: gli operatori chiameranno telefonicamente le Famiglie

Cosa/chi: le famiglie che hanno ricevuto un” rinvio delle prestazioni”

Quando: dal 23 marzo dalle ore 8.00 alle ore 16.00 dal lunedì al venerdì fino a fine emergenza
 

 
PER GLI OPERATORI

“Mi prendo cura di me”s
Dal Gennaio 2020 presso il nostro Istituto è stato creato uno Sportello di ascolto e sostegno psicologico rivolto a tutti dipendenti. La proposta si inserisce nel progetto più ampio “Mi Prendo Cura”, con lo scopo di fornire un servizio di supporto e aiuto ai dipendenti al fine di acquisire strumenti utili ad accrescere consapevolezza sulle cause del malessere che si manifesta all’interno del contesto lavorativo, di prevenire e contenere eventuali situazioni di stress lavorativo e/o personale. È uno spazio privato e riservato a cui rivolgersi per ogni tipo di problematica psicologica personale, familiare o sociale.
In questo particolare momento, quale misura per contenere e contrastare il diffondersi del virus COVID-19 e al contempo garantire la continuità dell’assistenza psicologica ai dipendenti, lo sportello di ascolto funzionerà con modalità telefonica a libero accesso. Il Gaslini si prende cura della “sua grande famiglia” attraverso l’identificazione di un punto di ascolto telefonico per tutti i “gasliniani” che così possono ricevere ascolto e dialogo per affrontare i propri pensieri, paure, preoccupazioni e stati d’animo.

Chi: i nostri psicologi.

Come: a mezzo telefono chiamando il numero 010.5636-2931

Cosa/Chi: tutto il personale dell’Istituto Gaslini

Quando: Dal 23 marzo Dal lunedì al venerdì - dalle ore 8.00 alle ore 14.00 sino a fine emergenza
 

 
IN COLLABORAZIONE CON:
 
SCUOLA IN OSPEDALE

“Restiamo connessi”

Promozione e “realizzazione in sicurezza” della Didattica a distanza nelle Sezioni Ospedaliere. Com'è noto, per effetto dei decreti governativi emanati ai fini del contenimento del contagio da COVID-19, il pubblico servizio scolastico garantito nei vari Reparti dai docenti delle Sezioni Ospedaliere è stato temporaneamente sospeso. In questa particolare e complessa contingenza ciò può arrecare ulteriore disagio ai giovani degenti, creando le condizioni di un pericoloso “isolamento nell'isolamento”, determinando la privazione di quegli stimoli cognitivi e relazionali fondamentali al miglioramento della qualità di vita dei bambini ospedalizzati.
La direzione scolastica competente per la “Scuola in Ospedale” intende assicurare la continuità didattica con la modalità DAD - Didattica a Distanza, utilizzando le tecnologie a disposizione, le piattaforme in uso e continuando la sperimentazione in atto con il CNR ITD di Genova (Progetto CLIPSO).il Gaslini intende collaborare nella promozione e nella realizzazione in sicurezza di tale attività.

Chi: Docenti della scuola in collaborazione con il personale infermieristico delle unità operative
Come: per utilizzare il servizio è necessario inviare una mail al distretto scolastico di riferimento:

 
• Scuola primaria: scuolaprimariagaslini@gmail.com
• Scuola secondaria: mail mediasturla.gaslini@gmail.com

Oppure lasciare il proprio recapito alla caposala del reparto presso cui si è ricoverati.

E' necessario altresì utilizzare lo specifico “Protocollo anti contagio “ del Gaslini.

Cosa/chi: Tutte/i bambine/i ragazze/i ricoverate/i presso l’Istituto Gaslini con particolare attenzione ai lungodegenti.
Quando: Con modalità personalizzate dal 23 marzo tutti i giorni feriali, in diversi orari sino a fine emergenza.

 
ASSOCIAZIONI

“Giochiamo insieme…a distanza”.

In questo periodo particolare abbiamo pensato di stare vicino ai nostri piccoli pazienti anche in modalità a distanza per giocare, raccontare una storia o semplicemente fare compagnia ai pazienti “isolati” nella parte ospedale COVID positiva.
Chi: Associazioni con supervisione Psicologi Gaslini e collaborazione personale sanitario area Covid Hospital
Come: utilizzando gli specifici telefonini del Gaslini per interfacciarsi con Volontari delle Associazioni che si renderanno disponibili. E’ necessario altresì utilizzare lo specifico “Protocollo anti contagio” del Gaslini.
Cosa/chi: Per bambini isolati “Covid positivi”.


23 marzo 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Liguria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy