Quotidiano on line
di informazione sanitaria
17 NOVEMBRE 2019
Lombardia
segui quotidianosanita.it

Brexit. Maroni: “No all’Ema a Londra”. E candida Milano come nuova sede

Dopo il referendum che ha decretato l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, il presidente della Regione Lombardia chiede di spostare la sede dell’Agenzia europea del farmaco. E annuncia: “Costituirò un fondo per aiutare i giovani ricercatori che sono andati in Inghilterra a tornare da noi e per attrarre imprese e startup che oggi lavorano nel Regno Unito”.

28 GIU - Dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, l’Agenzia Europea del Farmaco (Ema) non deve più avere sede a Londra. La pensa così il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che ha candidato Milano come nuova sede dell’Ema.
 
"Ho lanciato l'idea di portare qui l'Agenzia europea del farmaco, che adesso ha sede a Londra. Mi auguro che il Governo tenga conto di questa richiesta, facendo del nostro capoluogo il punto di riferimento europeo per le biotecnologie e per la salute", ha dichiarato Maroni in una nota dell’ufficio stampa che riprende le dichiarazioni rilasciate dal presidente a margine dell'assemblea di Concommercio tenuta ieri a Milano.
 
Il presidente della Lombardia ha inoltre annunciato la costituzione di “un fondo da 50 milioni di euro per aiutare i giovani ricercatori che sono andati in Inghilterra a tornare da noi e per attrarre imprese e startup che oggi lavorano nel Regno Unito. L'ho chiamato fondo 'come in', venite da noi”.

Per farlo, ha spiegato Maroni, “aprirò un tavolo con le Università per capire quali sia il modo migliore per procedere. Brexit è un'opportunità da sfruttare”.

28 giugno 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lombardia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy