Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 20 LUGLIO 2019
Lombardia
segui quotidianosanita.it

Salute nelle scuole. L’Ats Brianza forma 350 insegnanti su prevenzione da dipendenze e bullismo

Il programma Life Skill Training è nato in California ed è proposto in tutte le Ats della Regione Lombardia. Nell’Ats Brianza è attivo dal 2011 e ha toccato finora 800 insegnanti formati per tre anni sui tre livelli. Tra settembre ed ottobre 2017 coinvolgerà oltre 350 insegnanti delle Scuole primarie di secondo grado del territorio di Lecco e Monza.

06 SET - Tra settembre ed ottobre 2017 oltre 350 insegnanti delle Scuole primarie di secondo grado del territorio di Lecco e Monza verranno formati sul programma Life Skill Training (Lst). Lst è programma di prevenzione regionale che, nell’Ats Brianza, coinvolge 10 operatori di Ats e 20 operatori delle Asst di Lecco, Monza e Vimercate che formeranno gli insegnanti affinché mettano in atto il programma nelle classi e li accompagnino durante il percorso.

“Il programma – spiega l’Ats Brianza -, nato in California, è applicato in numerosi paesi del Mondo ed è stato validato dalla comunità scientifica internazionale per l’efficacia nella prevenzione delle dipendenze (alcool, tabacco, droghe, gioco d’azzardo) e dei comportamenti aggressivi (bullismo). Utilizzato in tutti gli Stati Uniti e in altri 38 paesi in tutto il Mondo, è stato valutato da numerosi studi scientifici che hanno mostrato la sua efficacia fino a ‘12 anni dopo’ nel promuovere le abilità e ridurre i comportamenti a rischio. La sua efficacia è stata dimostrata sia in contesti urbani, che nelle periferie e in zone rurali”.


Proposto in tutte le ATS di Regione Lombardia, fa parte del più ampio Accordo di collaborazione per la sperimentazione del “Modello Lombardo delle Scuole che Promuovono Salute” e si propone i seguenti obiettivi:

1) Accrescere le life skill (le abilità di vita segnalate da O.M.S. come essenziali per proteggere i nostri ragazzi dai comportamenti a rischio) degli studenti della Scuola primaria di secondo grado.

2) Ritardare l'età del primo consumo degli studenti della Scuola primaria di secondo grado.

3) Rinforzare le funzioni educative degli insegnanti, modificare le loro rappresentazioni sui temi di promozione della salute e sviluppare un pensiero realistico sulle caratteristiche attuali del consumo di sostanze legali e illegali.

4) Favorire all’interno del contesto scolastico una prospettiva volta alla promozione della salute, coinvolgendo tutto il contesto scolastico nel progetto.

Lst utilizza una strategia educativa-promozionale e si focalizza sulle capacità di resistenza all’adozione di comportamenti a rischio all’interno di un modello più generale di incremento delle abilità personali e sociali. Agisce sui principali fattori di contesto e psicologici individuali che favoriscono l’iniziazione all’uso di sostanze e altri comportamenti a rischio.

Attualmente, in Lombardia, raggiunge circa il 15 % della popolazione studentesca.
Sul territorio dell'Ats Brianza il programma è attivo dal 2011 e ha toccato:
- 800 insegnanti (formati per tre anni sui tre livelli)
- 30.000 studenti (coinvolti nel training per tre anni)
- 40 Scuole primarie di secondo grado.

Il programma è dotato di uno strumento di valutazione regionale che verifica costantemente i comportamenti dei ragazzi sottoposti al training confrontandoli con scuole campione che non sono coinvolte nel programma.

Dagli ultimi dati – riferisce l’Ats Brianza - si evince che”:

•    il programma è stato in grado di ritardare il consumo di sostanze e tabacco negli studenti. Tale effetto, a differenza di quanto immaginato, è visibile già dopo un anno.

    Le attività hanno permesso agli studenti di incrementare le loro abilità anche se è necessario più tempo perché gli studenti possano mettere in pratica le abilità nelle loro vita quotidiana.

06 settembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lombardia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy