Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Lombardia
segui quotidianosanita.it

Lombardia. Città della Salute, Maroni: “Comune di Sesto San Giovanni cede terreni alla Regione. Opere al via nel 2018”

La Giunta regionale ha approvato la delibera che anticipa la cessione a titolo gratuito dei terreni sulle aree ex Falck. “Diamo un’accelerata all’iter che consentirà a Infrastrutture Lombarde di firmare il contratto di concessione per l’avvio, nel 2018, della costruzione degli edifici di una delle più grandi e qualificate realtà sanitarie pubbliche d’Europa”. La Città della Salute ospiterà le attività dell’Istituto nazionale dei Tumori e dell’Istituto neurologico Besta, per un totale di circa 700 posti letto.

29 DIC - “Con le bonifiche in dirittura d’arrivo, oggi compiamo un altro importante passo avanti per la realizzazione della Città della salute e della ricerca. Infatti, grazie alla cessione dei terreni dal Comune di Sesto San Giovanni a Regione Lombardia, diamo un’accelerata all’iter che consentirà a Infrastrutture Lombarde di firmare il contratto di concessione per l’avvio, nel 2018, della costruzione degli edifici di una delle più grandi e qualificate realtà sanitarie pubbliche d’Europa”.
 
Lo ha dichiarato il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, annunciando la delibera approvata dalla Giunta regionale, di concerto con gli assessori Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città metropolitana) e Giulio Gallera (Welfare), con la quale si anticipa la cessione a titolo gratuito dei terreni sulle aree ex Falck di Sesto San Giovanni (Milano) dal Comune a Regione Lombardia per la realizzazione del nuovo polo ospedaliero e della ricerca.

“A seguito di questo passaggio - commenta il presidente Maroni - avverrà la progettazione esecutiva dell’opera che ospiterà le attività dell’Irccs - Istituto nazionale dei Tumori e dell’Irccs Istituto neurologico Besta, entrambi oggi ubicati in Città Studi a Milano, per un totale di circa 700 posti letto. Si tratta di un’opera importantissima per il sistema sanitario regionale e nazionale, ed anche di una operazione di riassetto territoriale ed urbanistico di grande complessità”.   


L'assessore Viviana Beccalossi, che presiede, su delega del presidente Roberto Maroni, il Collegio di vigilanza dell’Accordo di programma, commenta: “L’intervento che riguarda la Città della salute e della ricerca di Sesto San Giovanni è compreso all’interno del Programma integrato in corso di sviluppo nelle aree ex Falck, che con una superficie complessiva di quasi 1,5 milioni di metri quadri, rappresenta ad oggi uno dei più importanti cantieri di bonifica attuati da parte di soggetti privati e senza soldi pubblici in Europa. All’interno di questa area una superficie di oltre 200.000 metri quadri è stata gratuitamente ceduta al Comune di Sesto San Giovanni, che a sua volta, sempre gratuitamente, la cede a Regione Lombardia per la realizzazione del nuovo ospedale. In questo periodo storico che vede Milano tornata al centro di grandi investimenti in tutti i campi, questo progetto enorme e complesso ma concreto è motivo di orgoglio poiché porterà alla realizzazione di un’eccellenza assoluta per la sanità pubblica”.

29 dicembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lombardia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy