Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 27 GENNAIO 2022
Lombardia
segui quotidianosanita.it

Covid. A Bergamo nasce il nuovo “Emergency Center” di Humanitas

Con 9 posti letto di terapia intensiva, 17 stanze di degenza, blocco operatorio e area diagnostica con tac e radiografi all’avanguardia per affrontare le emergenze, e percorsi separati per i malati con patologie infettive. Realizzato sulla scorta dell’esperienza nella fase 1 dell’emergenza, è una struttura flessibile, in cui è possibile aumentare i posti in TI e sub-TI a seconda delle esigenze cliniche del momento.

14 DIC - Un dipartimento di emergenza di 4000 metri quadrati, con 9 posti letto di terapia intensiva, 17 stanze di degenza, blocco operatorio e area diagnostica con tac e radiografi all’avanguardia per affrontare le emergenze, e percorsi separati per i malati con patologie infettive: è il nuovo “Emergency Center” di Humanitas Gavazzeni, realizzato in 3,5 mesi con un investimento di 14 milioni di euro e inaugurato sabato a Bergamo.

L’Emergency Center è stato realizzando sulla scorta dell’esperienza fatta durante la primavera, quando l’ospedale si è trasformato in poche settimane in un centro totalmente dedicato ai pazienti Covid, arrivando a curare oltre 1000 persone e a gestire oltre 40 codici rossi al giorno in Pronto soccorso.

Da qui il progetto di creare una struttura flessibile, gestibile “a fisarmonica”, in cui è possibile aumentare i posti in terapia intensiva e sub-intensiva a seconda delle esigenze cliniche del momento. "Bergamo ha saputo affrontare la grave prova della pandemia grazie a una rete di servizi di eccellenza e alla collaborazione tra tutti gli attori della Sanità del territorio, uniti per far fronte all’emergenza indipendentemente dalla loro natura, pubblica o privata”, ha detto Gianfelice Rocca, presidente di Humanitas.


Emergency Center è un “ospedale nell'ospedale”, in cui dal Pronto Soccorso, già suddiviso in percorsi per pazienti con malattie infettive e non, si passa alle zone di osservazione breve intensiva e da lì alla diagnostica, alla Terapia Intensiva, al blocco operatorio e alle camere di degenza, tutto in pressione negativa. Ogni area è dotata di telemetria, per consentire il monitoraggio costante dei pazienti e seguire l’evoluzione delle emergenze, dalla stabilizzazione alla dimissione. In questo modo, ogni paziente può ricevere le cure di cui ha bisogno nei 4000 metri quadrati dell’edificio.

14 dicembre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lombardia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy