Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 30 NOVEMBRE 2021
Lombardia
segui quotidianosanita.it

Nel 2025 in Lombardia potrebbero mancare quasi 2mila medici. L’Anaao lancia l’allarme

È un problema nazionale che colpisce la Lombardia in modo particolare: è quando rende noto uno studio del sindacato Anaao Assomed secondo cui mancheranno all’appello in pediatria 510 unità, in medicina interna 377 medici, seguono anestesia e rianimazione con 315, la medicina dell’emergenza e urgenza con 177 e la psichiatria con 165. Fontana ha chiesto al governo di attivarsi.

28 OTT - Mancano medici: pediatri, anestesisti, psichiatri. Ne mancheranno sempre di più. È un problema nazionale che colpisce la Lombardia in modo particolare: secondo uno studio del sindacato Anaao Assomed, nel 2025 mancheranno al livello regionale 1.921 medici.

I numeri potrebbero essere anche più alti perché queste proiezioni sono state elaborate prima della pandemia. Ora diversi medici hanno deciso di lasciare gli ospedali pubblici per le difficoltà attuali e quelle vissute durante l'emergenza sanitaria.

Secondo lo studio di Anaao le carenze principali riguarderanno: pediatria con 510 unità, la medicina interna con 377 medici, anestesia e rianimazione con 315, la medicina dell'emergenza e urgenza con 177 e la psichiatria con 165. Queste difficoltà dipendono da una programmazione nazionale poco efficace.
Per Anaao servono più borse di specializzazione, che consentirebbero a un numero maggiore di laureati di entrare nel mercato del lavoro.

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana è intervenuto sul tema qualche settimana fa domandano al governo di attivarsi per trovare una soluzione (anche perché adesso il personale sanitario deve occuparsi delle vaccinazioni e bisogna pure riempire le Case della comunità).

28 ottobre 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lombardia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy