Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 26 GENNAIO 2022
Lombardia
segui quotidianosanita.it

Riforma sanitaria Lombardia. Al via esame in Aula, presentati 1.983 emendamenti e 6.862 Odg

Respinte stamani le quattro questioni pregiudiziali presentate dal M5S Fermi: “Auspico un dibattito che non sterile e fine a se stesso ma che possa contribuire a migliorare ulteriormente il testo di legge”. Gli emendamenti sono 1543 del M5S; 310 del PD; 16 di +Europa; 10 di FdI; 6 della Lega; 3 di Forza Italia; 70 del Consigliere Niccolò Carretta; 25 del Consigliere Luigi Piccirillo. Per presentare gli Odg e i sub emendamenti c'è tempo fino a domani ore 14.00.

10 NOV - Ha preso il via questa mattina la “maratona” consiliare dedicata all’esame e alla discussione del progetto di legge di riforma della sanità lombarda che modifica la legge n°33 del 2009, approvato dalla commissione Salute il 27 ottobre scorso.  Sono previste sedute ogni giorno (esclusi sabato e domenica) fino al 26 novembre dalle ore 10 alle ore 18, così da lasciare poi spazio dopo le 18 alle riunioni delle Commissioni consiliari.

La seduta di oggi si è aperta con l’illustrazione delle quattro questioni pregiudiziali presentate dal Movimento 5 Stelle e illustrate da Marco Fumagalli, che poi sono state votate con questi esiti: 1) 22 SI - 44 NO;  2) 23 SI-  44 NO;  3) 22 SI - 44 NO;  4) 22 SI - 43 NO.  Il Presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti (Lega), che è anche relatore del provvedimento, ha poi illustrato i contenuti del progetto di legge sottolineando che “non è una riforma ma un intervento di potenziamento di un sistema sanitario che negli anni scorsi ha dovuto subire da parte dello Stato un livello di tagli enormi”.


“Abbiamo previsto tempi ampi per consentire a ciascun Consigliere di poter intervenire in modo adeguato -ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi - e mi auguro che tale possibilità sia sfruttata appieno per consentire lo sviluppo di un dibattito ricco di spunti e contributi di interesse, un dibattito che non sia sterile e fine a se stesso ma che possa contribuire a migliorare ulteriormente la proposta di legge che viene sottoposta al voto del Consiglio regionale”.  
 
L’illustrazione degli emendamenti e degli ordini del giorno sarà consentita solo nel corso della discussione generale, “così che, una volta terminata, si procederà direttamente alle votazioni degli articoli e degli emendamenti e, a seguire, degli stessi ordini del giorno”, spiega una nota consiliare che precisa ancora: Dal momento che, come annunciato dal Presidente Fontana, l’oggetto della riforma investe direttamente il programma di governo, non saranno ammissibili votazioni a scrutinio segreto”.

Complessivamente sono stati presentati 1983 emendamenti così ripartiti: 1543 Movimento 5 Stelle; 310 Partito Democratico; 16 +Europa; 10 Fratelli d’Italia; 6 Lega; 3 Forza Italia; 70 Consigliere Niccolò Carretta; 25 Consigliere Luigi Piccirillo.  

Alle ore 10 di questa mattina erano già stati depositati anche 6862 ordini del giorno: il termine ultimo per la presentazione degli ordini del giorno e di eventuali sub-emendamenti è fissato alle ore 14 di domani giovedì 11 novembre.

10 novembre 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lombardia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy