toggle menu
QS Edizioni - domenica 22 luglio 2018

Studi e Analisi | 21 luglio 2018

Autonomia regionale. Tredici Regioni già pronte a chiederne di più. E almeno dieci vogliono mano libera sulla gestione della sanità. Ecco il dossier del Servizio studi di Palazzo Madama

di G.R.

Dopo la sottoscrizione degli accordi preliminari con il Governo da parte di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, è iniziato l'effetto domino che ha portato ora Campania, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Toscana ed Umbria, ad avviare i negoziati per ottenere maggiore autonomia dallo Stato su diverse materie, tra le quali la sanità. Ad aver intrapreso l'iter, senza aver però ancora formalizzato la richiesta di avvio dei negoziati sono, invece, Calabria, Basilicata e Puglia. Resta da capire se il Governo vorrà includere da subito queste altre Regioni al tavolo delle trattative. IL DOSSIER

Leggi tutto



Cronache | 22 luglio 2018

immagine2Vendevano on line farmaci illegali per la disfunzione erettile. Nas Latina sequestrano 6.000 pillole blu per un valore di 80mila euro 


Governo e Parlamento | 21 luglio 2018

immagine3Violenza sul personale sanitario. L’annuncio di Grillo: “In arrivo Ddl con pene più severe e maggiore vigilanza della polizia”



Regioni e Asl | 21 luglio 2018

immagine4Dottoressa aggredita all'ospedale Vittorio Emanuele di Catania. La denuncia Anaao: “Servono soluzioni immediate


Governo e Parlamento | 21 luglio 2018

immagine5Grillo presenta programma alle Commissioni Sanità. Audizione fissata mercoledì prossimo


Governo e Parlamento | 21 luglio 2018

immagine6Decreto dignità. Depositati 200 emendamenti sulla ludopatia alle Commissioni Lavoro e Finanza. Ecco le richieste della maggioranza



Governo e Parlamento | 21 luglio 2018

di Giovanni Rodriquez

immagine7Vaccini. Banco di prova di 5 Stelle e Lega come forze di “Governo”


7


Lavoro e Professioni | 21 luglio 2018

di Riccardo Tartaglia, Giulia Dagliana e Sara Albolino

immagine8Verso il meeting internazionale degli specializzandi sulla sicurezza delle cure


Regioni e Asl | 21 luglio 2018

immagine9Sicilia. Corte dei conti: “Compiuti sforzi negli anni ma manca visione di medio-lungo periodo”