toggle menu
QS Edizioni - lunedì 1 giugno 2020

Regioni e Asl - Abruzzo

I vertici nazionali dell’Anaao a Teramo per spiegare il nuovo contratto di medici e dirigenti

immagine 12 febbraio - Il segretario Palermo e il presidente Troise interverranno giovedì, all’ospedale Civile, per rispondere alle domande di iscritti e non iscritti.«”Questo incontro rafforza il legame tra il sindacato e i suoi iscritti e ci rafforza nell’impegno quotidiano impiegato a fianco della dirigenza medica e sanitaria per rispondere alle loro istanze”, afferma la segretaria aziendale Anaao Teramo, Gabriella Marini.
Il nuovo contratto collettivo della dirigenza medica, con suoi molteplici risvolti ed effetti sul personale sanitario di Asl e ospedali pubblici, è al centro dell’assemblea promossa da Anaao Assomed Abruzzo, il principale sindacato dei medici ospedalieri, e in programma giovedì 13 febbraio, nell’aula convegni dell’ospedale civile di Teramo (II lotto, piano terra), a partire dalle ore 14. L’incontro è aperto anche ai non iscritti.

Il programma prevede le relazioni del segretario nazionale dell’Anaao, Carlo Palermo, e del presidente nazionale, Costantino Troise, oltre che l’intervento del segretario regionale, Alessandro Grimaldi, i quali risponderanno a tutti gli interrogativi che saranno posti dai medici partecipanti. A coordinare i lavori sarà invece la segretaria aziendale di Anaao per Teramo, Gabriella Marini.

“La presenza dei vertici nazionali Anaao alla nostra assemblea aziendale – dichiara in una nota Gabriella Marini - è per noi motivo di orgoglio e un segno della loro vicinanza alla nostra azienda e all’Abruzzo. Questo incontro rafforza il legame tra il sindacato e i suoi iscritti e ci rafforza nell’impegno quotidiano impiegato a fianco della dirigenza medica e sanitaria per rispondere alle loro istanze. Invito tutti a partecipare numerosi”.

“Dopo dieci anni di battaglie – è il commento del segretario di Anaao Assomed Abruzzo, Alessandro Grimaldi - i medici hanno un contratto che punta soprattutto a remunerare il disagio, i giovani e coloro che sono professionalmente qualificati. Insieme ai vertici nazionali del sindacato, presenti a Teramo per l’occasione, cerchermo di chiarire tutti gli aspetti e la portata del nuovo strumento oltre che le implicazioni per l’intera categoria”.
12 febbraio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata