toggle menu
QS Edizioni - sabato 21 luglio 2018

Regioni e Asl - Basilicata

Matera. Via libera della Asl a Centro diurno Alzheimer all’ospedale di Stigliano

immagine 1 giugno - Prevista l’attivazione di 12 posti. Il progetto passa ora alla Regione Basilicata perché ne valuti la coerenza con la programmazione sanitaria regionale. Ancora da decidere quale sarà la forma gestionale, ma rimarranno in capo all’ASM la gestione del governo clinico, del monitoraggio delle attività sanitarie e la la selezione dei pazienti eleggibili
L’Azienda Sanitaria locale di Matera ha adottato la delibera con cui dà il via all’istituzione di un centro diurno Alzheimer per 12 posti all’interno dell’ospedale di Stigliano.

Il progetto verrà ora inviato al competente Dipartimento Politiche della Persona della Regione Basilicata perché ne valuti la coerenza con la programmazione sanitaria regionale. Acquisito il nulla osta, l'Azienda valuterà quale forma gestionale sia la migliore, ovvero il project financing, il partenariato pubblico privato (PPP) o altre formule innovative introdotte dal testo unico sugli appalti. 

Quale che sia la strada che sarà intrapresa, il progetto prevede che rimangano in capo all’ASM la gestione del governo clinico e del monitoraggio sistemico delle attività sanitarie. Di competenza dell'Asm anche la selezione dei pazienti eleggibili.

L'avvio del Centro Alzheimer richiede una spesa di poco superiore agli 800 mila euro, di cui circa 700 mila per interventi di tipo edilizio/strutturale e la restante parte per arredi e attrezzature (palestra riabilitativa, cucina didattica etc.). 

“Una scelta finalmente lungimirante”, ha commentato il commissario Asm Pietro Quinto. “Con il centro diurno, Stigliano accelera nell'unica razionale direzione possibile e cioè specializzare l'offerta in asset che ne delineino una precisa vocazione sulla lungodegenza, la riabilitazione, l'assistenza di fasce fragili delle popolazioni locali. L'Asm -aggiunge- valuterà quale forma gestionale sia la migliore a garantire come per altre iniziative il più rapido avvio del Centro con la quasi totale assenza di costi per l'azienda, dovendosi sin d'ora chiarire che la gestione del governo clinico e del monitoraggio delle attività sanitarie è e rimarrà dell’Asm”.
1 giugno 2018
© QS Edizioni - Riproduzione riservata