toggle menu
QS Edizioni - lunedì 18 novembre 2019

Bambin Gesù: “Sconcertati e addolorati. Il dipendente è stato immediatamente sospeso”

immagine 26 settembre - L’Ospedale Bambin Gesù ha diffuso una nota a seguito dell’arresto di un suo dipendente fisioterapista accusato di violenza sessuale su una bambina di 8 anni disabile. “Il Bambino Gesù - si legge nella nota - ha appreso con sgomento la notizia della gravissima ipotesi di reato riferita ad un suo dipendente, che lavora come fisioterapista presso la nostra sede distaccata di Santa Marinella. Siamo sconcertati e addolorati che possa essere accaduta una cosa del genere e il nostro primo pensiero di vicinanza e solidarietà va alla bambina e alla sua famiglia”.

“Sulla base delle poche informazioni a disposizione - prosegue la nota -, fatti salvi i doverosi accertamenti in corso da parte dell’autorità inquirente, si tratterebbe di presunti gravissimi illeciti commessi fuori dall’Ospedale, nel corso di un'attività riabilitativa privata a domicilio vietata dai regolamenti interni. L’Ospedale, venuto a conoscenza dei fatti da parte dell’autorità giudiziaria, ha fornito ovviamente da subito piena collaborazione e il dipendente è stato immediatamente sospeso d'ufficio dal lavoro, in attesa dello sviluppo delle indagini”.

“Profondamente rattristati da questa incresciosa vicenda - conclude la nota -, ci affidiamo fiduciosi al lavoro solerte e scrupoloso della magistratura e proseguiamo con ancora maggiore determinazione la nostra azione quotidiana di cura accanto ai bambini e alle loro famiglie”.
 
26 settembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata