toggle menu
QS Edizioni - martedì 26 maggio 2020

Cronache

Viterbo. Dimessa dopo controlli in ospedale, 16enne muore poche ore dopo a casa. Procura apre inchiesta. Ministero invia ispettori

immagine 15 febbraio - Si chiamava Aurora Grazini e ieri era stata portata all’ospedale Belcolle perché negli ultimi tempi accusava malori e aveva perso molto peso. I medici, al termine di alcuni accertamenti, avevano deciso di dimetterla e lei era andata a dormire. Stamattina i genitori l'hanno trovata morta nel suo letto.
Aurora Grazini aveva 16 anni e ieri era stata portata in ospedale perché negli ultimi tempi accusava malori e aveva perso molto peso. I medici, al termine di alcuni accertamenti, avevano deciso di dimetterla e lei era andata a dormire. Stamattina i genitori l'hanno trovata morta nel suo letto. La Procura di Viterbo ha aperto un'inchiesta e procede per omicidio colposo. Il procedimento, coordinato dal Procuratore Paolo Auriemma, è al momento contro ignoti.
 
In seguito a quanto avvenuto a Montefiascone (Viterbo) il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha inviato una task force di ispettori del Ministero all'ospedale di Belcolle per accertamenti sull'accaduto.
 
“E’ stato immediatamente disposto dal Sistema sanitario regionale l’audit clinico sul decesso della una giovane A.G. per verificare le procedure cliniche eseguite presso l’ospedale prima delle dimissioni. L’Azienda sanitaria di Viterbo è a completa disposizione dell’autorità giudiziaria per stabilire le cause del decesso”. Ha dichiarato in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
15 febbraio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata