toggle menu
QS Edizioni - sabato 21 luglio 2018

Lettere al Direttore - Emilia Romagna

Questione Medica al Femminile. L’incontro all’Ordine di Bologna

Gentile Direttore,
domani (19 maggio) a Bologna si riuniscono per la prima volta le Presidentesse degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri d'Italia al fine di iniziare il dibattito sulla "Questione Medica" per di più al "Femminile" (qui il programma). Che io ricordi è la prima volta che un simile confronto viene promosso dagli Ordini.
 
Parleranno le protagoniste: le Donne Medico rappresentate non solo dalle Presidenti di Ordine ma anche da più responsabili regionali delle Associazioni Donne Medico, basti citare la dott.ssa Giuseppina Plaitano in rappresentanza della Campania e dell'Ordine di Salerno e la dott.ssa Margherita Arcieri, Consigliera OMCeO di Bologna e presidente dell'omonima associazione bolognese.
 
Ci saranno neopresidentesse: dell'Ordine di Firenze, Prof. Teresita Mazzei che affronterà la formazione e la medicina di genere; la dott.ssa Monica Oberrauch presidentessa dell'Ordine di Bolzano, Maria Assunta Ceccagnoli di Pescara, oltre le già "rodate" Chersevani (Udine ma anche già presidente del passato Comitato Centrale -CC-), Bottiglieri (Caserta), Ferrari (Reggio Emilia), Calcagni (Fermo).
 
Portavoce di Carolina De Vincenzo (Campobasso) avremo le agguerrite dott.sse Paola di Rocco (Segretaria OMCeO-CB) e Maria Cristina Masciotra componente della Commissione Pari Opportunità di CB. Parleranno inoltre Mirka Cocconcelli e Giuliana Schlich (OMCeO-BO) dell'impatto sulla professione dall'essere una chirurga l'una e medico odontoiatra l'altra. Quest'ultima porterà le preliminari conclusioni di un questionario rivolto alle colleghe soprattutto degli Ordini di Bolzano e Bologna e volto a cogliere le loro opinioni, ed esperienze e vissuto sul campo e non mancheranno considerazioni su disparità di trattamento con i colleghi uomini.
 
Il Vice Presidente dell'attuale CC, Giovanni Leoni parlerà di cosa ha in animo il CC sulla questione medica al femminile e quali iniziative vorrà intraprendere. Vi saranno interventi preordinati di Anna Esquilini (sul 118) e Maria Luisa Agneni, Caterina Manca e Gabriella Minenna (psichiatra) alla quale si potranno chiedere spiegazioni sulla persistente azione discriminatoria maschile nei confronti delle donne, e non solo medico.
 
Per ultimo corre l'obbligo citare la fondamentale presenza di Ivan Cavicchi, gentilissimo dott. Fassari, molto ben noto ai Suoi lettori e pugnace propugnatore delle discussioni sulla questione medica. Viene citato per ultimo, come si fa nel citare le personalità di maggior rilievo nell'elenco degli autori di una importante pubblicazione, perché a Cavicchi spetta il merito di avere spesso battuto sulle spalle dei medici una bacchetta a ricordare la disastrosa situazione del loro stato in questo Paese. A Cavicchi, dunque, l'onere di aprire il dibattito e quello di sintetizzare le istanze che verranno espresse dalle donne medico, presidentesse e non.
 
Credo infatti, che l'autocritica dei medici debba essere riassunta da un medico di sesso maschile. Infine Come potrà notare dall'allegato programma, la presenza di relatori al femminile è ampiamente (giustamente: si parla dei problemi loro e a loro creati) preponderante (16 a 1- io non mi conto: ho solo organizzato il dibattito su incarico del Consiglio Direttivo e mio compito sarà solo quello di un brevissimo saluto in suo nome!). Grato per l'ospitalità che vorrà concederci e per quella (auspicabilmente) ci riserverà per un breve resoconto del dibattito che avverrà. 
 
Dott. Giancarlo Pizza
Presidente
Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri Bologna
18 maggio 2018
© QS Edizioni - Riproduzione riservata