toggle menu
QS Edizioni - venerdì 18 settembre 2020

Federsanità

Sosto (Dg Molise): “In Federsanità lavoro di squadra e innovazione”

immagine 18 giugno - Mi sono state conferite le deleghe per il Coordinamento delle ASL del Sud Italia e per l’area “Innovazione e tecnologie sanitarie”. L’attività svolta in Molise ha radicato in me la convinzione che, nelle policy sanitarie, siano determinanti il coinvolgimento e l’integrazione di tutti gli attori del processo di governo del sistema sanitario del territorio. Rispetto all’altra delega, l’obiettivo è puntare all’affermazione della cultura d’innovazione in ambiente sanitario.
Nell’ultimo esecutivo di Federsanità ANCI, sono state attribuite le deleghe nazionali che, insieme alle nomine dei Vice Presidenti, hanno completato il quadro direttivo della Confederazione. Ringrazio la Presidente Tiziana Frittelli per avermi attribuito quella per il Coordinamento delle ASL del Sud Italia e quella relativa all’area “Innovazione e tecnologie sanitarie”.

Oltre a quelli che sono i problemi endemici delle Aziende meridionali, mi piacerebbe inizialmente concentrarmi sulla ricognizione condivisa di quelle che sono le reali difficoltà delle Aziende Sanitarie del Sud, in modo da poter costruire un programma di priorità da poter proporre al Forum dei Direttori Federsanità ANCI.
 
L’attività svolta in Molise ha radicato in me la convinzione che, nelle policy sanitarie, siano determinanti il coinvolgimento e l’integrazione di tutti gli attori del processo di governo del sistema sanitario del territorio (Istituzioni locali, Comuni, professionisti sanitari, Organizzazioni Sindacali, Associazioni del Volontariato). Per questo, comincerò da subito a collaborare al fianco del Forum Dg e della Presidente Frittelli per portare al tavolo di lavoro una fotografia attuale ed attendibile dello stato di salute delle ASL meridionali.
 

Rispetto all’altra delega “Innovazione e tecnologie sanitarie”, l’obiettivo è puntare all’affermazione della cultura d’innovazione in ambiente sanitario attraverso lo sviluppo di conoscenze e metodi operativi che possano supportare le organizzazioni sanitarie nel continuo processo di cambiamento, anche tramite l’utilizzo di nuove tecnologie e di modelli innovativi di Integrated Care.

In un quadro epidemiologico in costante mutamento, per le ASL è diventato necessario sfruttare l’innovazione tecnologica come supporto e come possibilità di promuovere la salute non solo per curare la malattia, anche passando per uno snellimento dei processi burocratici. Tante saranno le sfide da affrontare anche dal punto di vista delle tecnologie sanitarie, come la chirurgia robotica, ormai vera leva delle performance organizzative e cliniche delle Aziende che soddisfano i bisogni di salute della cittadinanza.

Nell’ASReM, ad esempio, abbiamo già avviato l’innovativa e completa dematerializzazione e digitalizzazione degli atti amministrativi, con l’obiettivo di garantire un miglioramento in termini di sicurezza, performance interne, trasparenza e semplificazione dei tempi che porterà benefici diretti sulla macchina amministrativa ed indiretti per i cittadini. Una buona pratica, già sperimentata e che potrebbe essere replicata a vari livelli nella riorganizzazione gerarchica dei flussi documentali delle ASL italiane.

Inoltre è online la versione “zero” del nuovo sito dell’Azienda Sanitaria regionale del Molise che rappresenta un passaggio importante in quanto ha alla base l’idea di mettere a disposizione di tutti gli utenti un portale flessibile che raccolga le informazioni utili al fine dell’assistenza e della cura dei cittadini della regione.


 
Gennaro Sosto
Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Regionale del Molise (ASReM)
Presidente Federsanità ANCI Molise
18 giugno 2018
© QS Edizioni - Riproduzione riservata