toggle menu
QS Edizioni - venerdì 10 luglio 2020

Regioni e Asl - Friuli Venezia Giulia

Lo Studio Medico Solidale di Pordenone aiuta i più bisognosi. Erogate circa 400 visite all’anno

immagine 3 marzo - “L’obbiettivo di questo servizio è di prendersi a cuore la salute degli altri, di coloro che magari non se la possono permettere con un ISEE al di sotto della soglia di 13 mila euro, che è la soglia di accesso alle cure del nostro progetto”, spiega il presidente dell’Ordine dei medici di Pordenone, Guido Lucchini, promotore del progetto con il Comune di Pordenone, la Fondazione della Banca di Credito Cooperativo, l’Associazione di volontariato San Pietro Apostolo. 
Circa quattrocento visite all’anno e ventitré medici specialisti nel nuovo staff di volontari, a disposizione gratuitamente, presso lo SMS (Studio Medico Solidale) nel Comune di Pordenone: inaugurato nel 2017, lo studio copre tutta l’area dell’ex provincia di Pordenone. “Quando sono stato rieletto per il secondo mandato all’Ordine dei medici di Pordenone – spiega il presidente dell’Ordine Guido Lucchini – uno dei miei punti programmatici era proprio quello di dare vita ad uno studio solidale per le cure delle persone meno abbienti. Trovare spazi, finanziamenti, medici disponibili e la figura di chi coordinasse tutto. E’ stata una grande sfida, ma con l’aiuto di alcuni stakeholder siamo riusciti a realizzare un grande progetto”.
 
Gli attori principali coinvolti nel progetto. Il Comune di Pordenone che per mezzo del Sindaco Alessandro Ciriani, ha messo a disposizione la struttura del nuovo SMS, la Fondazione della Banca di Credito Cooperativo si è occupata dell’aspetto finanziario del progetto, l’Associazione di volontariato San Pietro Apostolo ha coordinato e messo assieme tutti i vari attori e l’Ordine dei Medici di Pordenone ha provveduto a relazionarsi e coinvolgere tutti i medici oggi presenti nello SMS.
 
“Il progetto – illustra la coordinatrice Raffaela Manias Conpagnutta, dell’Associazione San Pietro Apostolo - è nato circa due anni anche a fornte di un dato: circa 3.500 famiglie sono in carico ai servizi sociali di Pordenone. Mettere insieme pubblico e privato non è stato semplice, ma tutti i soggetti che ho coordinato ci hanno creduto a questo progetto sin dall’inizio. L’obbiettivo di questo servizio è di prendersi a cuore la salute degli altri, di coloro che magari non se la possono permettere con un ISEE al di sotto della soglia di 13 mila euro, soglia di accesso alle cure del SMS”.
 
Il servizio mette a disposizione ventitré medici specialisti e quasi tutti ex primari coprendo le seguenti specialità: Cardiologia, Ortopedia, Radiologia, Pneumologia, Oncologia ginecologica, Psichiatria, Endocrinologia, Nutrizionista, Anatomopatologia, Otorinolaringoiatra, Ginecologo ostetrico, Psicologia, Gastroeterologia, Angiologia, Chirurgia vascolare, Ginecologia, Reumatologia, Dermatologia, 2 medici di Oculistica, 2 medici di Urologia, Oncologia.

“Siamo molto contento per come stanno andando le cose – continua il Presidente Lucchini – perché con questo servizio di sanità solidale siamo riusciti a coprire specialità importanti e altre riusciremo a coprire considerato che altri colleghi medici in quiescenza ci stanno contattando per fornire il loro contributo. Già ora abbamo una struttura di medici altamente qualificati che coprono quasi tutte le branche specialistiche”.
 
I numeri. Nel 2019 sono state fatte oltre cento visite oculistiche, “considerato che il tempo medio per una visita oculistica nel pubblico è di circa cinquecento giorni di attesa”, oltre trenta visite ginecologiche, ventiquattro ortopediche, diciannove dermatologiche, ecc, ecc. Nel totale le visite nel 2019 sono state di circa trenta al mese.

Informazioni e contatti STUDIO MEDICO SOLIDALE
Comune di Pordenone - Servizi Sociali
Piazzetta Calderari, 2 - Palazzo Crimini
tel. 0434 392 611 Fax 0434 392 634
Email: servizisociali@comune.pordenone.it
 
Indirizzo e telefono
Via San Quirino 5 – 33170 Pordenone
Tel. 0434 363 213
Email: sms@associazionesanpietro.it
 
Per appuntamenti
dal lunedì al venerdì
9.00-12.00

Endrius Salvalaggio
3 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata