toggle menu
QS Edizioni - venerdì 10 luglio 2020

Lavoro e Professioni - Friuli Venezia Giulia

Federfarma Trieste, Marcello Milani confermato presidente. Ecco i suoi progetti

immagine 27 aprile - “Dobbiamo focalizzarci sul territorio e mettere al servizio del cittadino le nostre Farmacie”, spiega il presidente. E’ in via di ultimazione il progetto di cardio protezione, mentre tra le esperienze già avviate con successi si evidenzia la distribuzione dei vaccini antinfluenzale diretta ai medici di medicina generale. E poi l’impegno a portare a compimento, nei prossimi tre anni, il progetto sulla farmacia dei servizi, anche se “essendo una Regione autonoma non possiamo beneficiare dei finanziamenti pubblici, che ci avrebbero permesso di partire”.
Con l’arrivo del Coronavirus molte cose sono rimaste in sospeso. Anche i progetti delle farmacie . Ma alle porte della fase 2, il presidente uscente Federfarma Trieste, Marcello Milani, riconfermato ad inizio marzo alla guida del sindacato dei titolari di farmacia per il triennio 2020-2022, inizia a guardare al futuro della categoria.
 
E in merito il neo consiglio, costituito appunto da Marcello Milani che guiderà l’associazione con le funzioni di presidente, Laura Campagna con funzioni di vice-presidente, Giacomo Moras segretario e Andrea Catania tesoriere. Quanto ai consiglieri incaricati, Francesca Busolini, Daniera Logar, Fabrizio Miani, Victor Tomsich, Franca Trompa, Alessandro Zalukar e Vittorio Zamboni, hanno già le idee chiare.
 
“Dobbiamo focalizzarci sul territorio e mettere al servizio del cittadino le nostre Farmacie. Stiamo lavorando ad un grande progetto di cardio protezione. Il progetto consiste che nelle farmacie Federfarma sia messo a disposizione un cardio defibrillatore per la popolazione”. Il progetto prevede l’installazione all’esterno di ogni farmacia della città di un defibrillatore, disponibile quindi 24 su 24 e 7 giorni su 7, collegato costantemente con il 118. “Altro punto di forza della nostra gestione è che le farmacie Federfarma – esordisce il confermato Presidente Milani – continuino a mantenere la distribuzione dei vaccini antinfluenzale direttamente ai MMG: con questo servizio di consegna diretta nel 2020 abbiamo consegnato in provincia di TS 44mila vaccini antinfluenzale”.
 
Nei prossimi tre anni Federfarma Trieste vorrebbe completare un progetto che ancora oggi stenta a partire, come l’importante ruolo della farmacia dei servizi. Un ruolo che renderà impegnate le farmacie aderenti ad un ulteriore processo di potenziamento dei servizi offerti ai cittadini, che però ancora oggi resta sulla carta. “Essendo il FVG una Regione autonoma – dice il Presidente Federfarma - non possiamo beneficiare dei finanziamenti pubblici che ci avrebbero permesso di partire con la Farmacia dei servizi che prevede le analisi di primo livello, l’apertura di un canale sul fascicolo terapeutico e di cominciare a parlare, finalmente, di aderenza terapeutica. Nei prossimi tre anni mi piacerebbe coinvolgere la Regione con una serie di incontri ed iniziare la sperimentazione della farmacia dei servizi”. Continua perciò anche in tempo di emergenza sanitaria i progetti e l’impegno delle farmacie che, in questi due mesi, sono diventate, seppure fra molte difficoltà, un punto fermo per moltissimi cittadini in un crescendo di impegno e di iniziative.
 
“All’emergenza sanitaria, tutti i colleghi hanno risposto con un grande senso di responsabilità, privilegiando il servizio al cittadino che talvolta è formato proprio da persone fragili in quanto anziane e alla popolazione del suo rione - continua il dottor Milani - Sul fronte delle mascherine i farmacisti si sono prodigati riuscendo, tra mille peripezie, ad approvvigionarsi procurando i quantitativi necessari a coprire una buona parte della popolazione. Ovviamente c’è la nota dolente del prezzo perché questi prodotti, oggi importati, stanno scontando i rincari dovuti alla richiesta mondiale. E’ di ieri sera la notizia che la protezione civile ha stabilito un prezzo imposto a 0.50 centesimi, senza considerare però quelle farmacie che hanno scorte piene con mascherine acquistate però ad un prezzo maggiore. Speriamo venga superato subito questo problema”.
 
Endrius Salvalaggio
27 aprile 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata