toggle menu
QS Edizioni - sabato 4 luglio 2020

Auddino (M5S): ”Decreto consentirà percorso risanamento”

immagine 18 giugno - "È noto a tutti come la sanità calabrese sia allo sbando. In più occasioni ho avuto modo di visitare i due ospedali calabresi di Locri e di Polistena e mi sono reso conto personalmente di quanto la situazione sia drammatica. Medici, infermieri e operatori socio-sanitari sono mortificati nella loro professionalità e costretti a turni massacranti. Ecco, dal decreto Calabria può partire finalmente un percorso di risanamento della sanità calabrese". Così il senatore calabrese del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Auddino, intervenendo nell'Aula di Palazzo Madama durante la discussione generale del decreto Calabria.
 
"Si tratta - ha aggiunto - di un provvedimento valido, che crea i presupposti, per la prima volta, di un controllo efficace e costante della gestione manageriale, arginando l'imperante potere politico sulla sanità. Certamente, il decreto Calabria da solo non può risolvere trent'anni di cattiva gestione, ma contribuirà sicuramente a mettere sui binari della legalità e della trasparenza il settore sanitario calabrese. È evidente che con il Movimento 5 Stelle al Governo non sono più ammesse le logiche che in passato hanno caratterizzato la gestione sanitaria della nostra Regione. È ora di restituire ai cittadini calabresi il diritto ad avere cure adeguate ed un servizio sanitario degno di questo nome".  
18 giugno 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata