toggle menu
QS Edizioni - lunedì 25 maggio 2020

Governo e Parlamento

Coronavirus. Arruolamento straodinario di personale militare. Ecco il bando di arruolamento del Ministero della Difesa

immagine 20 marzo - Per contrastare l'emergenza causata dal coronavirus è stata attivata la procedura stroardinaria per chiamata diretta nell’Esercito Italiano di 120 ufficiali medici e di 200 sottufficiali infermieri, prevista dal Decreto "Cura Italia". Tra i requisiti richiesti: non aver superato il 45° anno di età, essere in possesso di una laurea magistrale in medicina e della relativa abilitazione o di una laurea in scienze infermieristiche e della relativa abilitazione, non essere stato giudicato permanentemente non idoneo al servizio militare.
È stata indetta una procedura di arruolamento straordinaria, prevista dal Decreto "Cura Italia", a domanda nell'Esercito Italiano, con una ferma eccezionale della durata di un anno, di 120 ufficiali medici, con il grado di Tenente; 200 sottufficiali infermieri, con il grado di Maresciallo.
 
Le domande di arruolamento dovranno essere presentate in maniera telematica, previo accreditamento, esclusivamente tramite il Portale dei concorsi on line del Ministero della Difesa, raggiungibile all'indirizzo https://concorsi.difesa.it o tramite l'home page del sito www.difesa.it, dal 18 marzo 2020 al 25 marzo 2020.
I cittadini italiani, aspiranti alla procedura dovranno essere in possesso, alla data dell'entrata in vigore del Decreto Legge 17 marzo 2020 dei presenti requisiti:
- non aver superato il 45° anno di età;
- essere in possesso del seguente titolo di studio:
- per i 120 posti da ufficiale medico: laurea magistrale in medicina e chirurgia e della relativa abilitazione all'esercizio della professione;
- per i 200 posti da sottufficiale infermiere: laurea in scienze infermieristiche e della relativa abilitazione professionale;
-non essere stato giudicato permanentemente non idoneo al servizio militare;
-non essere stato dimesso d'autorità da precedenti ferme nelle Forze Armate;
- non essere stato condannato per delitti non colposi, anche con sentenza in applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non essere in atto imputato in procedimenti penali per delitti non colposi.

Questi requisiti, ad eccezione del limite d'età dovranno essere mantenuti fino alla data di arruolamento. Gli aspiranti all'arruolamento, dopo aver presentato domanda di partecipazione, riceveranno successiva convocazione per l'espletamento degli accertamenti volti a valutare il possesso dell'idoneità al servizio militare, mediante messaggio di posta elettronica all'indirizzo indicato dagli aspiranti in sede di registrazione al portale dei concorsi, ovvero, tramite avviso inserito nell'area pubblica del "Portale dei concorsi".

In questa comunicazione sarà resa nota anche la sede di svolgimento dell'accertamento. 
20 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata