toggle menu
QS Edizioni - lunedì 25 maggio 2020

Governo e Parlamento

Coronavirus. Stop ad attività ludica all’aria aperta. Divieto accesso a parchi e giardini. Chiusi bar e ristoranti in stazioni e limiti per spostamenti verso seconde case. Nuova ordinanza del Ministero della Salute

immagine 20 marzo - Firmata oggi dal Ministro Speranza la misura restrittiva avrà validità fino al 25 marzo. Previsto che la ‘corsetta’ si potrà fare solo nei pressi della propria abitazione. Rimangono aperti gli autogrill sulle autostrade, ma potranno vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali. Rimangono aperti i siti negli ospedali e negli aeroporti. IL TESTO
Divieto in tutta Italia di accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici e stop all’attività ludica o ricreativa all’aperto (si potrà fare la corsetta solo vicino casa). È quanto prevede una nuova ordinanza firmata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza che stringe ancora di più le misure di contenimento del Coronavirus.
 
Nella misura, che avrà validità fino al 25 marzo, viene anche disposta la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade. Restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.
 
Previste anche limitazioni agli spostamenti verso le seconde case. Nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, sarà vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.
 
"È necessario fare ancora di più per contenere il contagio. Garantire un efficace distanziamento sociale è fondamentale per combattere la diffusione del virus. Il comportamento di ciascuno è essenziale per vincere la battaglia". Afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo avere firmato la nuova ordinanza restrittiva.
20 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata