toggle menu
QS Edizioni - lunedì 25 maggio 2020

Governo e Parlamento

Coronavirus. Bando per task force di 300 medici da inviare nelle zone più colpite. Boccia: “Una chiamata alle armi. Priorità Lombardia e Piacenza”

immagine 20 marzo - Il bando resterà aperto 24 ore. “Sarà possibile iscriversi subito. “Abbiamo la necessità che questa risposta avvenga in 24 ore, sarà possibile iscriversi subito. Il bando è aperto a tutti i medici. La priorità assoluta sono gli ospedali della Lombardia e la provincia di Piacenza”. VAI AL BANDO - L'ORDINANZA
Un bando per arruolare temporaneamente alla Protezione civile 300 medici volontari è stato attivato questa sera nella lotta all'epidemia di coronavirus. Lo hanno annunciato in conferenza stampa il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, e il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.
 
“Il governo si è fatto carico del grido d'allarme lanciato dagli ospedali e questa task force andrà subito in Lombardia - ha detto Boccia - C'è bisogno che i medici che aderiscono lo facciano con la forza dello Stato, che c'è dietro, e che abbiano il sostegno di tutti. Stiamo chiedendo a migliaia di medici di valutare. La nostra corsa dev'essere più veloce di quella del virus e far sì che possa essere vinta. Facciamo una chiamata alle armi della sanita, mai fatta prima, a tutti i medici italiani. I medici che sono in prima linea hanno bisogno di aiuto”. 
 
“Abbiamo la necessità – ha aggiunto il Ministro - che questa risposta avvenga in 24 ore, sarà possibile iscriversi subito. Il bando è aperto a tutti i medici. La priorità assoluta sono gli ospedali della Lombardia e la provincia di Piacenza”.
 
 
Il Ministro Boccia ha poi invitato le Regioni a “non fare ordinanze singole perché non incidono se non sono omogeneizzate con le indicazioni dello Stato” e di “aspettare il governo, che dal primo momento sta lavorando per omogeneizzare sempre più le misure”.
 

 
 
 
20 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata