toggle menu
QS Edizioni - lunedì 25 maggio 2020

Governo e Parlamento

Zampa ricorda Tina Anselmi: “Servono rigore e passione. Impariamo da lei”

immagine 25 marzo - Avrebbe compiuto oggi 93 anni. Ministro della Sanità nel 1978, anno di istituzione del Ssn, ha vissuto la Resistenza e la sua vita è stata caratterizzata dall’indegno politico e sociale. “Oggi che tutto il Paese è in gioco, sentiamo lei così vicina. Il suo coraggio, la sua chiarezza, la sua moralità, la sua determinazione, la sua passione politica, la sua fiducia, il suo sorriso sono il tesoro che ha lasciato nelle nostre mani, la forza che ci sostiene”, scrive la sottosegretaria alla Salute in un messaggio.
“Il 25 marzo di 93 anni fa nasceva Tina Anselmi. La ricordiamo come un’amica che non ci ha mai lasciato. Si è presa cura dell’Italia, con coraggio e determinazione. Della Resistenza all’orrore nazifascista, della nascita della Repubblica, del lavoro e della sicurezza sociale, della dignità delle donne in ogni parte del mondo, della difesa della democrazia contro le trame della P2. Nel 1978, Ministro della Sanità, ha istituito il Servizio Sanitario Nazionale, universale, oggi fondamentale presidio dell’intero Paese. Ha attraversato tragedie collettive, come il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro”. A ripercorrere alcune delle più importanti tappe di Tina Anselmi è, in una nota, la Sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, in occasione del 93esimo anniversario della nascita dell’ex ministro, morto nel 2016.
 
“Oggi che tutto il Paese è in gioco - prosegue Zampa -, sentiamo lei così vicina. Il suo coraggio, la sua chiarezza, la sua moralità, la sua determinazione, la sua passione politica, la sua fiducia, il suo sorriso sono il tesoro che ha lasciato nelle nostre mani, la forza che ci sostiene. La sua passione politica, una vita per gli altri, per il suo Paese. Il tricolore che avvolgeva la sua bara, il 1 novembre 2016, era l’abbraccio della Repubblica. Grazie, Tina. Sei sempre con noi, sei con noi in questi giorni difficili mentre combattiamo una battaglia dura per l’Italia e per l’umanità. Coraggio, uniti, ce la faremo. Ci sembra di sentirti”.
25 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata