toggle menu
QS Edizioni - lunedì 25 maggio 2020

Governo e Parlamento

Coronavirus. Speranza: “Siamo ancora nel pieno dell’epidemia, non perdiamo la testa”

immagine 29 marzo - Il Ministro della Salute in un colloquio sul Corriere della Sera predica pazienza: “Gli epidemiologi affermano che cominciano a vedersi i primi effetti del contenimento” ma “non siamo ancora al cambio di fase. Serviranno tempo e gradualità”.
“Siamo ancora nel pieno dell'epidemia Non perdiamo la testa. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia proprio adesso. Si finirebbe per vanificare tutti gli sforzi che abbiamo fatto fino a oggi per contenere la diffusione dell'epidemia”, è quanto afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza in un colloquio sul Corriere della Sera.
 
Il Ministro predica pazienza e chiarisce che è ancora presto per abbassare la guardia e riaprire il Paese: “Gli epidemiologi affermano che cominciano a vedersi i primi effetti del contenimento”. Ma “siamo ancora nel pieno della crisi” per cui non è lecito attendersi un “cambio di fase. Serviranno tempo e gradualità”.
 
Insomma per Sperenza “i contagi aumentano con minore intensità rispetto al passato”, ma essi sono solo “i primi segnali, ma aspettiamo. Dobbiamo tenere alta l'attenzione e non accontentarci, perché sono i giorni cruciali”.
29 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata