toggle menu
QS Edizioni - lunedì 1 marzo 2021

Lavoro e Professioni

Covid. Mandelli (Fofi): “Farmacisti da subito in prima linea. Anche loro sono un obiettivo prioritario per la campagna vaccinale”

immagine 7 gennaio - “Oggi la situazione non è omogenea, e la Federazione si sta adoperando perché tutte le Regioni si adeguino al più presto a questa indicazione del piano strategico anche nei confronti dei farmacisti. Sessantamila professionisti che sono costantemente a contatto diretto con il pubblico, e anche durante il lockdown si sono dedicati ai cittadini senza mai arretrare e, anzi, ampliando l’operatività dei loro presidi, con una dedizione che è costata anche la vita a 25 colleghi”
“Ringraziamo il Ministro della Salute Roberto Speranza per aver sottolineato ancora oggi che tutti gli operatori sanitari, quelli che operano negli ospedali come sul territorio, devono essere considerati un obiettivo prioritario nella vaccinazione contro il SARS-CoV2”, dice Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani.
 
“Oggi la situazione non è omogenea, e la Federazione si sta adoperando perché tutte le Regioni si adeguino al più presto a questa indicazione del piano strategico anche nei confronti dei farmacisti: mentre i colleghi ospedalieri sono logicamente già inseriti ovunque nelle liste, questo non avviene per i farmacisti di comunità. Sessantamila professionisti che sono costantemente a contatto diretto con il pubblico, e anche durante il lockdown si sono dedicati ai cittadini senza mai arretrare e, anzi, ampliando l’operatività dei loro presidi, con una dedizione che è costata anche la vita a 25 colleghi”, conclude Mandelli.
 
7 gennaio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata