toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 30 settembre 2020

Regioni e Asl - Lazio

D’Amato: “Riorganizzata la rete delle Rems, aumentati i posti letto da 91 a 111 unità”

immagine 7 dicembre - Nello specifico la Rems femminile di Pontecorvo ha aumentato di 5 posti letto la sua capienza e viene aperta una nuova struttura maschile a Rieti da 15 posti letto. D'Amato: "Voglio ricordare che il Lazio è stata la prima regione a superare gli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg) aprendo nell’aprile del 2015 la prima Rems femminile a Pontecorvo".
La Regione Lazio ha riorganizzato e implementato nella disponibilità dei posti letto la sua Rete delle Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems). Le Rems sono strutture dedicate alla riabilitazione di persone affette da disturbi mentali che abbiano compiuto reati. Inizialmente la Rete regionale del Lazio poteva contare su 91 posti letto nelle Rems (80 maschili e 11 femminili) e nello specifico venti posti ciascuno nelle strutture di Ceccano (FR), Subiaco (RM), Palombara I (RM) e Palombara II (RM) ai quali si aggiungevano gli 11 posti letto femminili presso la Rems di Pontecorvo (FR).
 
Oggi il totale dei posti letto è salito a 111 unità (di cui 95 maschili e 16 femminili). Nello specifico la Rems femminile di Pontecorvo ha aumentato di 5 posti letto la sua capienza e viene aperta una nuova struttura maschile a Rieti da 15 posti letto.

“E’ stato fatto un lavoro importante di riorganizzazione e per l’ampliamento della Rete delle Rems – spiega l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato – Voglio ricordare che il Lazio è stata la prima regione a superare gli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg) aprendo nell’aprile del 2015 la prima Rems femminile a Pontecorvo. In questo periodo è stato molto importante il lavoro intrapreso con la Magistratura per migliorare i protocolli operativi”.
7 dicembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata