toggle menu
QS Edizioni - martedì 18 settembre 2018

Regioni e Asl - Lombardia

Fials Asst Nord Milano: “Aggressione infermieri al pronto soccorso P.O. Bassini”

immagine 9 luglio - "Come Organizzazione Sindacale non siamo più disposti ad accettare questa situazione già da subito chiederemo l’intervento di Regione Lombardia, Prefetto ed Organi istituzionali preposti. Chiediamo nell’immediato la presenza di una guardia giurata armata presente h24 all’interno dell’servizio di pronto soccorso del presidio Bassini". Così l'organizzazione sindacale in una nota.
La Fials Asst Nord Milano denuncia la "cronica e costante carenza di sicurezza" per il personale sanitario che opera nei servizi di pronto soccorso. "Già da tempo l’Rsu e le Organizzazioni Sindacali denunciano costantemente la carenza di sicurezza dovuta all’assenza di una guardia giurata armata presente h24 all’interno di questi servizi. Ebbene come volevasi dimostrare abbiamo aspettato che succedesse l’irreparabile. L’aggressione subita in data odierna dai colleghi infermieri, medici ed oss rappresenta l’ennesimo episodio di mancanza di rispetto verso questi operatori", spiega in una nota l'organizzazione sindacale.
 
"E’ inaccettabile lavorare in queste condizioni, oltre alla mancanza di sicurezza risulta veramente assurdo lavorare come avviene nel pronto soccorso del presidio ospedaliero Bassini con la sola presenza di n.3 infermieri nel turno notturno. Come risulta inaccettabile inserire colleghi neo assunti in turno senza neanche aver completato il periodo minimo di formazione. Come Organizzazione Sindacale non siamo più disposti ad accettare questa situazione già da subito chiederemo l’intervento di Regione Lombardia, Prefetto ed Organi istituzionali preposti. Chiediamo nell’immediato la presenza di una guardia giurata armata presente h24 all’interno dell’servizio di pronto soccorso del presidio Bassini", conclude la Fials Asst Nord Milano.
9 luglio 2018
© QS Edizioni - Riproduzione riservata