toggle menu
QS Edizioni - venerdì 10 luglio 2020

Regioni e Asl - Marche

Coronavirus. Asur Marche lancia piattaforma Fai per bambini in riabilitazione con logopedista

immagine 20 marzo - La piattaforma Formaker Faddy consente di caricare supporti in formato cartaceo e/o video rivolti ai pazienti con disturbi del linguaggio, delle funzioni esecutive e dell’apprendimento. Il materiale è pensato per le esigenze del singolo paziente, in modo che ciascuno possa proseguire la riabilitazione pur non potendo accedere fisicamente agli ambulatori.
“In considerazione dell’importanza di supportare le famiglie in questo momento di forte criticità”, le logopediste e neuropsicomotriciste dell’ASUR Marche, che operano nelle equipe UMEE e nelle UOC di Medicina Riabilitativa di tutte le Aree Vaste, coordinate dalla dott.ssa Diotallevi Giovanna, Dirigente Professioni Sanitarie della Riabilitazione e dal Dott. Claudio Sorgi, Area Comunicazione e Formazione, hanno realizzato la piattaforma Formaker Faddy - FADDY JUNIOR che permette alle famiglie di portare avanti la riabilitazione pur non potendo accedere fisicamente agli ambulatori.
 
La piattaforma consente di caricare supporti in formato cartaceo e/o video che siano di aiuto per i pazienti con disturbi del linguaggio, delle funzioni esecutive e dell’apprendimento. “I materiali che possono essere scaricati dagli utenti - spiega la Asur Marche in una nota - sono protetti da chiave di accesso e password che ciascun professionista comunica alla famiglia interessata; i file sono codificati e non c'è nessun riferimento agli utenti. Le famiglie sono inoltre supportate telefonicamente dai professionisti di riferimento per ogni quesito sia relativo all’accesso che alle attività da svolgere".
 
Il materiale è pensato per le esigenze del singolo paziente, in modo che ciascuno possa continuare a sentirsi preso in carico proseguendo la riabilitazione, importante per consentire ai bambini di fare progressi aiutati da un ambiente domestico e familiare.
 
“La tecnologia della piattaforma FAD - secondo l’Asur -, ulteriormente sviluppata di contenuti e di sistemi di monitoraggio, potrebbe rilevarsi uno strumento utile nel follow up o come riabilitazione a distanza in alcune fasi del percorso riabilitativo e per alcune specifiche aree di intervento”.
20 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata