toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 28 ottobre 2020

Regioni e Asl - Puglia

Puglia. Al via tavolo di confronto tra Regione e Ordini dei medici per il futuro della professione

immagine 14 settembre - Tra i temi che verranno messi all’ordine del giorno c’è il ruolo professionale del medico e dell’odontoiatra, con riguardo non solo alle qualità tecnico-professionali, ma anche alla funzione sociale e ai princìpi etici. Altre aree di confronto saranno quelle della formazione, della programmazione e del fabbisogno di personale medico, nonché della promozione della legalità e della trasparenza a tutela dei cittadini e delle istituzioni.
È stato firmato oggi dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e dai Presidenti degli Ordini dei medici pugliesi un protocollo d’intesa che prevede la costituzione di un tavolo permanente con l’obiettivo di confrontarsi sulle tematiche di maggiore rilevanza per il settore sanitario.

Tra i temi che verranno messi all’ordine del giorno c’è il ruolo professionale del medico e dell’odontoiatra, con riguardo non solo alle qualità tecnico-professionali, ma anche alla funzione sociale e ai princìpi etici. Altre aree di confronto saranno quelle della formazione, della programmazione e del fabbisogno di personale medico, nonché della promozione della legalità e della trasparenza a tutela dei cittadini e delle istituzioni. Il tavolo dovrà inoltre promuovere iniziative per la prevenzione del fenomeno della violenza nei confronti degli operatori sanitari e interventi per migliorare gli standard di sicurezza sul lavoro degli operatori sanitari.
 
“Questo protocollo è un importante passo avanti nel dialogo tra istituzioni e professione medica, rafforzando quanto è stato portato avanti a livello nazionale tra Federazione nazionale degli Ordini dei medici e Conferenza Stato Regioni" - commenta Filippo Anelli, Presidente dell’Omceo Bari - "Abbiamo chiesto che nella prima riunione utile del tavolo di confronto venga messo all’ordine del giorno il tema delle borse di specializzazione per i giovani medici e dei processi formativi regionali.”
14 settembre 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata