toggle menu
QS Edizioni - martedì 2 giugno 2020

Fimmg Lombardia: “Disponibilità telefonica 8-20 medici di famiglia? Se vogliamo che funzioni necessario migliorare modello organizzativo”

immagine 25 marzo - “Ci giunge notizia di una delibera di Regione Lombardia che impone la disponibilità telefonica 8-20 ai medici di famiglia per supportare il servizio sanitario regionale nella gestione dell’emergenza coronavirus”. È quanto afferma il segretario regionale della Fimmg Lombardia, Paola Pedrini.
 
“I medici di famiglia – prosegue - in questi giorni sono sottoposti ad un carico di telefonate enorme (una media di 100 al giorno per medico e purtroppo molte di queste non sono giustificate da un vero bisogno, invitiamo quindi i pazienti a telefonare solamente in caso di vera necessità), ma come Fimmg non possiamo sottrarci ad un dovere etico di fare il massimo per venire incontro ai bisogni della popolazione che assistiamo”.
 
“Certo – rileva  - abbiamo bisogno di tempo per organizzarci (medicine di rete, medicine di gruppo ecc.), soprattutto per fare in modo che questo servizio alla fine serva a qualcosa e non si riduca ad un mero risponditore telefonico. Questa emergenza è stata identificata purtroppo come emergenza delle rianimazioni e non del territorio. Noi ci siamo, abbiamo fatto,  facciamo e faremo  la nostra parte anche a prescindere dalle delibere regionali”.
25 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata