toggle menu
QS Edizioni - martedì 25 febbraio 2020

Regioni e Asl

Ramazzini di Bologna Sanità. La Regione accoglie la proposta di riconoscimento Irccs

immagine 14 gennaio - Al via l’istruttoria. La questione dovrà essere sottoposta all’Assemblea legislativa. L’Istituto presenterà poi documentazione necessaria alla alla Giunta che, dopo aver verificato verificati i requisiti necessari, invierà la documentazione al ministero della Salute, che deciderà sul riconoscimento. Fondato dal professor Cesare Maltoni, l’Istituto Ramazzini è una realtà indipendente riconosciuta a livello internazionale
L’Istituto “Ramazzini” di Bologna, fondato dal professor Cesare Maltoni e da quarant’anni impegnato nella ricerca sul cancro e nella prevenzione oncologica, ha formalizzato alla Regione la proposta di riconoscimento di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs). E “vista la caratura dell’Istituto, la Regione ha ritenuto opportuno accogliere l’istanza e avviare immediatamente l’attività istruttoria”, fa sapere la Regione in una nota. Il Centro di ricerca sul cancro del Ramazzini, evidenzia infatti la nota, “è una realtà d’eccellenza indipendente, riconosciuta a livello internazionale; i risultati delle sue ricerche hanno avuto una ricaduta fondamentale sulla medicina ambientale e del lavoro, stimolando il lancio di programmi di prevenzione e di protezione della salute pubblica”.

I successivi passi formali previsti dal percorso di costituzione e riconoscimento in Irccs spetteranno poi alla prossima Giunta regionale e alla prossima Assemblea legislativa. Dal punto di vista procedurale, servirà il pronunciamento favorevole dell’Assemblea legislativa, dopodiché l’Istituto “Ramazzini” dovrà presentare una ulteriore formale domanda di riconoscimento in Irccs alla Giunta che, dopo aver verificato i requisiti necessari, invierà la documentazione al ministero della Salute, che deciderà sul riconoscimento.

“Il Ramazzini - a notare la nota regionale - è realtà cara ai cittadini emiliano-romagnoli; in particolare ai residenti nella provincia di Bologna, dove si trovano i laboratori del Centro di ricerca – attivi già dagli anni Settanta – ai quali è seguita, negli anni 2000, l’entrata in funzione dei poliambulatori per la diagnosi precoce dei tumori”.

Attualmente in Emilia-Romagna gli Irccs sono quattro:
Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna
Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna
Istituto in tecnologie avanzate e modelli assistenziali in oncologia di Reggio Emilia
Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei tumori di Meldola.
14 gennaio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata