toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 23 settembre 2020

Regioni e Asl

FVG. Stabile (Fi): “Regione spieghi perché c’è ancora il tetto di spesa per il personale”

immagine 23 gennaio - Il tetto di spesa per tutte le Regioni è stato eliminato con la legge di Bilancio. “Inspiegabilmente le Aziende continuano a prevedere questo tetto di spesa, e a programmare le assunzioni di conseguenza. Auspico che l’Amministrazione regionale provveda quanto prima a informare sull’incremento della possibilità di assunzioni”.
"L'Amministrazione regionale del Friuli Venezia Giulia spieghi perché, contrariamente a quanto stabilito dalla legge di Bilancio, continua a mantenere il tetto di spesa per le assunzioni del personale della sanità". A dichiararlo, in una nota, la senatrice di Forza Laura Stabile. 
 
“Inspiegabilmente - prosegue Stabile -, le maggiori Aziende della regione nei Piani annuali 2020 continuano a prevedere questo tetto di spesa, e a programmare le assunzioni di conseguenza. L’Asugi, per esempio, in data 10 gennaio, quindi ben dopo l’approvazione della Legge di Bilancio, stabilisce che il limite di spesa rimarrà 'almeno' fino a 'ulteriori disposizioni che dovessero intervenire in materia' e in attesa della definizione del ricorso costituzionale promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia contro la previsione del cosiddetto Decreto Calabria che manteneva il tetto ai valori del 2004 ridotti dell’1,4%. In altre parole - osserva la senatrice di Fi - dichiara paradossalmente di attendere l’esito di un ricorso contro una norma già soppressa". 


 
“Auspico che l’Amministrazione regionale provveda quanto prima - conclude la senatrice - a informare anche le Aziende sanitarie, oltre la stampa, sull’incremento della possibilità di assunzioni, perché questa sembra essere la prima azione necessaria per affrontare i gravi problemi della nostra sanità pubblica, dalle liste d’attesa al sovraffollamento degli ospedali, alla fuga verso il privato o in altre regioni".
23 gennaio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata