toggle menu
QS Edizioni - venerdì 15 ottobre 2021

Regioni e Asl

Medici no vax. Magi (Omceo Roma): “Asl ci mandi i nominativi di chi è stato sospeso”

immagine 7 settembre - Il presidente Omceo a Radio Cusano Campus: “Come Ordine siamo pronti a fare la nostra parte. Solo con i nominativi l'Ordine può prendere atto delle sanzioni e annotarle all’Albo”. Secondo Magi il problema “è lo zoccolo duro di chi non si vaccina: si pensi che al momento tra ricoverati in ospedale e terapie intensive il 98% sono persone non vaccinate. L’immunità di gregge ci consentirà di proteggere tutti”.
“Faccio un appello alle Asl: mandateci i nominativi del personale sanitario sospeso perché non vaccinato”. Lo ha detto il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, intervenendo a Radio Cusano Campus.

“Come Ordine- ha proseguito- siamo pronti a fare la nostra parte. Il problema è che le Asl, che secondo la legge dovrebbero comunicarci i nominativi del personale sottoposto a sanzione disciplinare, al momento non ci hanno ancora mandato i nominativi. Solo con i nominativi l'Ordine può prendere atto delle sanzioni e annotarle all’Albo".

“Direi che l’obbligo al vaccino è auspicabile. Oltretutto- ha aggiunto Magi- l’Italia è uno di quei Paesi in cui ci sono già 10 vaccinazioni obbligatorie. Anche dal punto di vista costituzionale non vi sono problemi. La vaccinazione obbligatoria certamente può essere un grande aiuto”.

Secondo Magi il problema “è lo zoccolo duro di chi non si vaccina: si pensi che al momento tra ricoverati in ospedale e terapie intensive il 98% sono persone non vaccinate. L’immunità di gregge ci consentirà di proteggere tutti. Questa - ha concluso il presidente dell'Omceo Roma - è la vera libertà”.
 
7 settembre 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata