toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 13 novembre 2019

Regioni e Asl - Sardegna

Policlinico Sassarese. Siglato accordo, al via il reintegro del personale licenziato

immagine 9 ottobre - A sottoscrivere l’intesa la Regione, l’Aspal, i sindacati e Labor, la società che nel mese di luglio ha rilevato il Policlinico a seguito del fallimento della precedente gestione. Le procedure di reintegro partiranno dal 1° gennaio 2020.
“La Regione ha puntato, sin dall’inizio, a salvare l’occupazione e mantenere i servizi sul territorio. Con gli impegni assunti oggi vediamo realizzarsi queste aspettative”. Lo dichiarano, con soddisfazione, in una nota, gli assessori regionali del Lavoro, Alessandra Zedda, e della Sanità, Mario Nieddu, in merito all’accordo firmato questo pomeriggio a Sassari per la riassunzione dei lavoratori del Policlinico. Come previsto dal documento, sottoscritto da Regione, Aspal, sindacati e Labor, la società che nel mese di luglio ha rilevato il Policlinico, dal primo gennaio 2020 avvierà le procedure per il reintegro del personale licenziato a seguito del fallimento della precedente gestione. Presente all’incontro anche Confindustria Sassari.

“Un risultato raggiunto grazie al contributo di tutti – spiegano gli esponenti della Giunta Solinas – e in cui, come Regione, abbiamo creduto fortemente. Il progetto sperimentale di politiche attive del lavoro per la ricollocazione del personale del Policlinico nelle strutture del sistema sanitario regionale, ci ha permesso da un lato di non disperdere i lavoratori, garantendo la continuità occupazionale, dall’altro di impiegare importanti professionalità con lo scopo di contribuire all’abbattimento delle liste d’attesa nel territorio. Ora, con la nuova proprietà, tutti i lavoratori saranno riassorbiti nella struttura sassarese”.

 “Apprezziamo – concludono gli assessori – l’attenzione per il territorio da parte di Labor, a conferma della volontà di investire nella nostra Isola, consentendo di dare risposte a un territorio che diversamente avrebbe visto un ulteriore impoverimento dell’offerta di servizi sanitari che invece resteranno nel sassarese”.
 
Soddisfazione espressa anche al Presidente del Consiglio regionale Michele Pais: “L’intesa raggiunta - afferma in una nota - è un risultato importante per il futuro dei  lavoratori e per i pazienti che possono ancora contare su una struttura importante per il territorio”.

“La sensibilità che il Presidente della Regione Christian Solinas e gli assessori al lavoro Alessandra Zedda e alla Sanità Mario Nieddu hanno  nei confronti dei grandi problemi dei singoli territori – sostiene il Presidente del Consiglio – è l’ulteriore dimostrazione che in questa legislatura l’impegno profuso per migliorare la qualità della vita di ogni singolo cittadino è massimo”.

“Al termine di una vertenza lunga e difficile, grazie alla collaborazione e al grande senso di responsabilità di tutte le parti,  è arrivato l’ accordo – conclude Pais - che permette di guardare con fiducia al futuro del Policlinico. Ora gli utenti possono  ricevere  nuovamente  prestazioni sanitarie certe e fare affidamento su una struttura pienamente operativa”.
9 ottobre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata