toggle menu
QS Edizioni - venerdì 3 luglio 2020

Scienza e Farmaci

Coronavirus. Nuove mascherine in “Tessuto non tessuto” (Tnt), Toscana mira a 30mila a giorno

immagine 11 marzo - Un’azienda toscana le sta realizzando a partire da pezze di tessuto non tessuto (Tnt), quello usato per proteggere le piante in inverno, capaci di trattenere l’aerosol. Inviate ieri al Ministero della Sanità e la Regione Campania in questi giorni ha chiesto informazioni. Capacità di tenuta che va dal 96% al 100% dell’aerosol con cui si diffonde il Covid-19. L’idea dea del Governatore
Ventimila mascherine al giorno che presto diventeranno 30mila, per aiutare il personale medico a fronteggiare il Coronavirus: un’azienda toscana le sta realizzando a partire da pezze di tessuto non tessuto, quello usato per proteggere le piante in inverno, capaci di trattenere l’aerosol. L’idea è stata del Governatore toscano Enrico Rossi, che l’ha annunciata nei giorni scorsi.

Le mascherine prodotte fin qui, si spiega dalla Regione, sono quasi 100mila: le specifiche sono state inviate ieri al Ministero della Sanità e la Regione Campania in questi giorni ha chiesto informazioni.

Il nome dell’azienda produttrice, così come dell'azienda fornitrice del Tnt, è oggi coperto da riservatezza per evitare che si scateni una “corsa agli ordini”: la Regione sta cercando altre aziende per aumentare il volume della produzione e soddisfare le esigenze del sistema regionale, ed è già stata individuata un’azienda che produrrà camici con la stessa materia prima.

Il Tnt
Il Tnt, fatto di polimeri sintetici e tipicamente utilizzato per i teli che proteggono le piante dal freddo, secondo le analisi di laboratorio commissionate dalla Regione ha una capacità di tenuta che va dal 96% al 100% dell’aerosol con cui si diffonde il Coronavirus, pari alla tenuta del materiale delle normali mascherine chirurgiche. Le mascherine prodotte sono destinate comunque non ai punti nevralgici dell’emergenza, ma soprattutto a Pronto Soccorso e Medici di Medicina Generale.
Nelle intenzioni della Regione il prossimo passo, una volta incrementata la produzione, sarà la fornitura a strutture sanitarie private e alle farmacie. Un kit di mascherine in Tnt, guanti e protezioni facciali è stato già distribuito a 2.577 Mmg, 422 Pediatri, e 703 Medici di continuità assistenziale.
11 marzo 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata