toggle menu
QS Edizioni - martedì 26 maggio 2020

Regioni e Asl - Sicilia

Policlinico di Palermo. I piccoli pazienti in sala operatoria a bordo di tricicli e mini-car

immagine 12 febbraio - L’iniziativa, già praticata in altri Ospedali, all’interno della Play Therapy. I tricicli e le mini-car, donate, porteranno i piccoli pazienti in sala operatoria allo scopo, ovviamente, di rassicurare sempre di più i bimbi ricoverati attraverso il gioco, sollevarli dalle loro ansie e paure, rassicurandoli in vista di un intervento chirurgico
Si arricchisce di un ulteriore elemento la Play Therapy nel reparto di chirurgia pediatrica del Policlinico Giaccone di Palermo, diretto da Marcello Cimador, grazie alla donazione della Società Innogea di mini-car e tricicli per i più piccoli che sostituiscono le fredde barelle da trasporto.

L’iniziativa, già messa in campo con successo in altri Ospedali, prevede l’uso di mini auto e tricicli per portare i piccoli pazienti in sala operatoria e ovviamente ha lo scopo di rassicurare sempre di più i bimbi ricoverati attraverso il gioco, sollevarli dalle loro ansie e paure, rassicurandoli in vista di un intervento chirurgico.

Arrivare in sala operatoria a bordo di una mini-car, con i genitori e un operatore a fianco, può aiutare a trasformare un momento di ansia in gioco, elemento fondamentale per superare lo stress da ricovero nei piccoli.

La consegna ufficiale è avvenuta ieri mattina, alla presenza del direttore generale facente funzioni del Policlinico, Fabrizio Di Bella, di Giovanni Corsello, direttore del dipartimento materno-infantile, di Marcello Cimador, di Marco Lampasona, presidente di Innogea.

“Vogliamo rendere il nostro reparto di Chirurgia Pediatrica sempre più a misura di bambino – ha sottolineato Marcello Cimador - per cercare di evitare in tutti i modi ansia e stress. Da tempo abbiamo ormai abolito il camice bianco, segno distintivo di sofferenza nell’immaginario collettivo dei bambini. I nostri piccoli ricoverati potranno arrivare in sala operatoria a bordo delle mini-car e confidiamo che la loro attenzione si possa concentrare sul gioco e non sulle procedure di preparazione chirurgica. A nome del Policlinico, e mio personale, ringrazio la Innogea per la donazione che ha voluto destinare alla Chirurgia Pediatrica. Questa donazione è un esempio di attenzione verso la nostra struttura e attesta la sensibilità e la vicinanza nei confronti dei piccoli pazienti che si rivolgono quotidianamente al nostro Policlinico”.
12 febbraio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata