toggle menu
QS Edizioni - martedì 26 maggio 2020

Regioni e Asl - Sicilia

Lotta agli sprechi e alle inefficienze. All’Asp Messina focus su spesa farmaceutica e presidi ortopedici

immagine 17 febbraio - Per quanto concerne i farmaci, avviato uno studio di fattibilità che prevede un unico magazzino centrale per l’Asp di Messina in cui fare confluire tutte le consegne da parte delle ditte, con economie di spese di trasporto. I farmaci verranno consegnati ai vari ospedali solo nel momento in cui verrà somministrato a un paziente in reparto. Sui presidi ortopedici, al via il monitoraggio amministrativo delle procedure per evitare errori o difformità “che determinano un aumento di spesa”.
“Le risorse economiche destinate alla Sanità, in un'ottica di razionalizzazione della spesa, devono essere monitorate scrupolosamente per eliminare sacche di inefficienza e  possibili sprechi di denaro pubblico”. In questa cornice l'ASP di Messina, dopo un iniziale periodo di monitoraggio, ha individuato due ambiti sui quali intervenire con decisione ovvero la spesa farmaceutica e le prescrizioni ortopediche.

Relativamente ai farmaci, “la cui spesa è in costante aumento in quanto si allunga la vita media dei pazienti e le molecole innovative hanno comunque costi più elevati, oltre che incidere sul momento prescrittivo con PDTA omogenei e funzionali alle più recenti linee guida”, per la direzione aziendale “occorre mettere mano al governo delle procedure amministrative di distribuzione”. “A tal fine - spiega in una nota il direttore generale Paolo La Paglia - abbiamo avviato uno studio di fattibilità che prevede un unico magazzino centrale per l'ASP di Messina in cui fare confluire tutte le consegne da parte delle ditte, con economie di spese di trasporto; successivamente verranno consegnati i farmaci ai vari ospedali solo nel momento in cui dal reparto il farmaco verrà somministrato al paziente, dotato di braccialetto elettronico; tutto avverrà con procedura interamente informatico-telematica con eliminazione del rischio clinico per errore umano e riduzione degli sprechi dovuti alle scorte giacenti negli armadi ospedalieri non più utilizzabili per scadenza del farmaco”.

Altro capitolo di intervento è il monitoraggio amministrativo delle procedure di concessione dei presidi ortopedici ai cittadini aventi diritto. “L’Asp di Messina - spiega la nota - si è dotata della figura del tecnico ortopedico che avrà il compito, insieme alla Commissione appositamente costituita, di verificare la parte burocratica della procedura per evitare possibili errori o difformità, anche in fase di collaudo, che determinano un aumento di spesa per le casse dell'Azienda Sanitaria Provinciale”.
17 febbraio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata