toggle menu
QS Edizioni - lunedì 18 novembre 2019

Regioni e Asl - Umbria

Umbria. Il Consiglio regionale chiede alla presidente Marini di ritirare le dimissioni

immagine 18 maggio - Passa a maggioranza il documento presento il 7 maggio scorso con il quale i consiglieri di maggioranza hanno proposto alla presidente della Regioni di ritirare le proprie dimissioni presentate a seguito dello scandalo sui concorsi nella sanità. Marini comunicherò la sua decisione "in tempi brevi".
L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato con 11 voti favorevoli (compreso quella della stessa Marini) e 8 contrari la mozione dei gruppi di maggioranza (Pd, Ser, misto Mdp, misto “Liberi e Forti”) che chiede alla presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini di ritirare le proprie dimissioni.
 
Il documento era stato depositato e illustrato nella seduta del 7 maggio scorso. Si sono espressi contro la mozione i gruppi di opposizione (Lega, M5S, FI, FdI, misto Umbria Next, misto Ricci presidente Ic, misto “Fiorini per l’Umbria”).
 
L’atto di indirizzo – spiega una nota del Consiglio regionale – “è stato lungamente dibattuto”, con interventi di quasi tutti i consiglieri regionali di maggioranza e di opposizione.
 
Dopo la votazione, la presidente della Giunta ha annunciato che “in tempi brevi” comunicherà all’Aula la propria decisione in merito alla richiesta contenuta nell’atto di indirizzo, secondo quanto previsto dall’articolo 64 dello Statuto della Regione Umbria.
18 maggio 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata