Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 LUGLIO 2019
Marche
segui quotidianosanita.it

Marche. Ceriscioli: “Confermata chiusura punto nascita Fabriano. Stiamo valutando attivazione Area Funzionale Omogenea”

Il governatore, intervenendo a una direzione del Pd, ha poi affrontato il tema della riforma sanitaria: “ Le strutture ospedaliere saranno trasformate in strutture territoriali, con il mantenimento, e anzi, la qualificazione dei servizi". E ha invocato un cambiamento di approccio: “Non ragionare più per strutture, in modo conservativo, ma per servizi, su un sistema, che incrementi e incentivi la risposta ai bisogni delle persone”.

27 GEN - Per il punto nascita di Fabriano, destinato alla chiusura dopo il 31 gennaio, la Regione Marche sta ''verificando la possibilità di attivare l'Area Funzionale Omogenea: alcune strade sono percorribili, altre no. Comunque, si tratta di una misura di accompagnamento alla chiusura dei punti nascita, e non va a cambiare la natura della scelta che abbiamo fatto''. E' quanto il governatore Luca Ceriscioli ha detto intervenendo ad una direzione del Pd di Ancona dedicata alla sanità.

''Per l'Ospedale di Marche Nord - ha aggiunto – stiamo lavorando per trovare una nuova sintesi; in provincia di Macerata si dovrà scegliere tra il mantenimento della struttura di Civitanova Marche e quella del capoluogo; stesso discorso dovrà farsi tra l'ospedale di Ascoli e quello di San Benedetto nel Piceno, mentre a Fermo si costruirà un nuovo ospedale. Quanto al Salesi - ha spiegato Ceriscioli, secondo quanto riporta un comunicato - il nuovo pediatrico sarà costruito in prossimità dell'ospedale regionale di Ancona, con ostetricia e ginecologia al sesto piano di Torrette. Per il nuovo Inrca, dopo varie battute d'arresto, è subentrata una nuova azienda e tutto dovrebbe procedere per il meglio''.


"La vera differenza alla base della riforma sanitaria – ha continuato il presidente - è che le strutture ospedaliere saranno trasformate in strutture territoriali, con il mantenimento, e anzi, la qualificazione dei servizi. Dobbiamo spostare il punto di vista: non ragionare più per strutture, in modo conservativo, ma per servizi, su un sistema, che incrementi e incentivi la risposta ai bisogni delle persone. Va organizzata una rete che garantisca a tutti i cittadini tempi di risposta efficaci in strutture adeguate. Dobbiamo garantire prestazioni, indirizzo, ruolo, facendo sentire al territorio, specie alle aree interne, che strutture e servizi sono disponibili''.

Determinante, ha poi concluso, è poter fare le nuove assunzioni già a fine febbraio. "Se non facciamo assunzioni – ha detto - non garantiamo i turni. Se non garantiamo i turni, perdiamo i posti letto. E se perdiamo i posti letto, perdiamo i servizi".
 

27 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Marche

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy